Honda ferma la produzione in Nord America per problemi con le forniture

373 0
373 0

Honda è costretta a interrompere la produzione nella maggior parte dei suoi impianti in Nord America, ossia in Canada e negli Stati Uniti. Una grave decisione dovuta a una serie di problemi legati a ritardi e difficoltà nella catena di approvvigionamento delle componenti e dei materiali necessari alla produzione.

Gli stop alle fabbriche saranno graduali (non tutte assieme) e dureranno all’incirca una settimana. Le principali cause che hanno determinato problemi con le forniture sono, citando la stessa Honda, “l’impatto del Covid-19, la congestione di vari porti, la carenza di microchip e il rigido clima invernale delle ultime settimane”. Un mix di sfortunati eventi, alcuni dei quali correlati fra loro, che in qualche modo hanno influenzato un po’ tutti gli stabilimenti Honda negli Stati Uniti e in Canada.

Leggi anche: Covid vs auto, ridotta del 23% la produzione in Europa nel 2020

Alcuni impianti verranno fermati la prossima settimana, ma in una nota ufficiale Honda ha fatto sapere che “i tempi e la durata degli aggiustamenti [sic] alla produzione potrebbero cambiare”.

L’azienda non ha specificato quali veicoli saranno coinvolti da questo provvedimento, ma ha garantito che “i team di acquisto e produzione sono al lavoro per limitare l’impatto sul mercato”. Non solo: Honda ha anche aggiunto che quando la produzione verrà sospesa, i lavoratori “continueranno a lavorare negli stabilimenti interessati”, probabilmente con mansioni di manutenzione, logistica o pulizia.

Ultima modifica: 17 marzo 2021