Harley-Davidson Bronx: la streetfighter potrebbe non arrivare mai

546 0
546 0

Nel novembre 2019, all’EICMA di Milano, Harley-Davidson aveva raccontato i suoi piani per il prossimo futuro, in particolare la sua volontà di espandersi in nuovi segmenti, per accaparrarsi clienti più giovani e diversi. Alla manifestazione milanese, l’azienda americana aveva proposto due nuovi modelli: l’adventure Pan America e la streetfighter Bronx, tutte e due accessoriate con il motore Revolution Max V-Twin 60° raffreddato a liquido, in versione 1.250 cc per la prima e 975 cc per la seconda. Con il passare dei mesi, però, il marchio di Milwaukee ha dovuto cambiare un po’ i piani. Il nuovo CEO di Harley-Davidson, Jochen Zeitz, ha infatti annunciato la necessità di tagliare di circa il 30% la lista dei modelli e progetti pianificati per il prossimo futuro, nell’ambito di un percorso di revisione battezzato Rewire.

La prima vittima di questi tagli è dunque la bella Harley-Davidson Bronx. Zeitz, infatti, non ha menzionato la streetfighter durante la presentazione del secondo trimestre 2020 dell’azienda, confermando invece solo la Pan America. A domanda diretta sul destino della Bronx, il CEO ha così risposto: “Il segmento adventure-touring sarà l’obiettivo del prossimo anno. Altre decisioni relative alla linea di prodotti le riveleremo man mano, quindi [della Bronx, ndT] non possiamo e non vogliamo parlarne in questo momento”.

Un altro indizio che conferma questa scelta proviene dal sito ufficiale della casa americana, sul quale, nella sezione “futuri modelli”, è scomparsa la scheda relativa alla Harley-Davidson Bronx.

La nuova motocicletta è dunque in un limbo: forse non è stata completamente messa da parte, ma di sicuro non la vedremo comparire nelle concessionarie Harley-Davidson almeno per un altro anno.

Ultima modifica: 24 agosto 2020