GP F1 Imola, Alfa Romeo Tonale in pista con Tavares, Ceo Stellantis

1118 0
1118 0

Tra pochi giorni QN Motori proverà per voi Alfa Romeo Tonale, una delle auto più attese del 2022.

Ci ha bruciato sul tempo, ca va sans dire, Carlos Tavares, Cero di Stellantis, che prima del GP F1 di Imola ha provato sul circuito Enzo e Dino Ferrari il nuovo suv elettrificato del Biscione. Con lui a bordo Jean Philippe Imparato, CEO di Alfa Romeo.

Tavares, Ceo di Stellantis, e Imparato, Ceo di Alfa Romeo, a bordo di Tonale all’autodromo di Imola.

Tavares ha portato il proprio supporto alle monoposto C42 Alfa Romeo F1 Team Orlen, guidate dai piloti Valtteri Bottas e Zhou Guanyu.

Le parole di Carlos Tavares

Come perfetta illustrazione dello spirito competitivo che guida Stellantis ogni giorno, la F1 è uno straordinario laboratorio di innovazione. In cui vengono testate le soluzioni più innovative. Con l’obiettivo finale di aumentare le prestazioni e l’affidabilità. Per noi, rappresenta un’incredibile opportunità per trasferire questo know-how unico sulle auto di produzione. L’esperienza di Alfa Romeo in F1 giocherà un ruolo chiave nell’evoluzione del marchio verso una nuova era di elettrificazione e connettività.

Sono già aperti gli ordini per la prima serie del Suv. Si tratta di Alfa Romeo Tonale Edizione Speciale 1.5 130cv Hybrid. Il prezzo di partenza è di 39.000 euro. O 36 rate mensili da 299 euro con anticipo 11.560 euro.

Offre di serie:  cerchi in lega da 20″, pinze freno rosse by Brembo, fari Full Led adattivi Matrix, cristalli posteriori oscurati, palette cambio in alluminio, keyless entry, portellone automatico con sistema hands free, radio Navi touch da 10,25″ con controllo vocale Apple Car Play / Android auto e ricarica Wireless dello smartphone, volante sportivo in pelle, Adaptive Cruise Control, sensori di parcheggio anteriori e posteriori con telecamera posteriore, Traffic sign recognition.

Il gruppo motopropulsore di questa versione è formato dal 1.5 4 cilindri da 130 cavalli abbinato al nuovo cambio automatico a doppia frizione a sette marce in cui è integrato un motore elettrico “P2” 48V da 15 kW e 55 Nm. Che è capace di trasmettere moto alle ruote anche quando il propulsore a combustione interna è spento. Un ibrido che spinge per davvero.

 

Ultima modifica: 24 aprile 2022

In questo articolo