Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio dei Carabinieri salva una vita

3803 0
3803 0

Alfa Romeo e la Benemerita, un binomio storico e sempre speciale. Più che mai. Giulia Quadrifoglio dei Carabinieri non è solo la berlina a quattro porte di grande produzione più veloce del mondo. E’ una vettura particolare, specializzata per situazione di emergenza.

Giulia di ieri e di oggi. Orgoglio nazionale sempre con la Benemerita

Può salvare una vita. Lo ha fatto a inizio settimana. Quando i due carabinieri Marco Cecchini e Damino Carta hanno raggiunto l’ospedale San’Anna di Como da via Vincenzo Monti di Milano. Lo scopo era il trasporto per un trapianto di organi (un fegato e due reni) estremamente urgente. Da recapitare all’ospedale Niguarda di Milano.

Carabinieri e Quadrifoglio, un vanto nazionale

Tutto fatto in soli quaranta minuti nel traffico di una mattina. Giulia Quadrifoglio è spinta dal V6 turbo di produzione Ferrari. Un 2.9 litri che eroga 510 cavalli e permette un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,9 secondi. La vettura detiene il primato al Nurburgring, per le quattro porte di grande produzione. Ma non è superlativa solo in pista. E’ un vanto per i motori italiani sulle strade di tutti i giorni.

Il modello dei Carabinieri è operativo 24 ore su 24 e sono tre i militari, in Lombardia, abilitati a usarla.

Ultima modifica: 29 settembre 2018

In questo articolo