Formula 1: l’obiettivo è “emissioni zero” entro il 2030

161 0
161 0

Anche il mondo della Formula 1 si dimostra sensibile ai temi ambientali. I vertici del Circus hanno infatti dichiarato, insieme a tutti i leader dei team del campionato automobilistico, di voler raggiungere l’ambizioso obiettivo delle zero emissioni di CO2 entro il 2030.

Il piano di sostenibilità dichiarato è orientato a coprire tutte le attività in pista e le operazioni sportive, ma per ora non comprende i viaggi e la logistica delle squadre durante gli spostamenti fra un circuito e l’altro durante il campionato. Secondo Liberty Media, il processo di eliminazione dell’impronta di carbonio andrà nel prossimo futuro a toccare tutti gli aspetti legati alle attività della Formula 1.

Il primo obiettivo è far sì che tutti gli eventi siano sostenibili entro il 2025: ciò significa convincere operatori e pubblico a eliminare la plastica monouso e sensibilizzarli a una cosciente attività di riciclo e riutilizzo dei rifiuti. Liberty Media ointende anche offrire “incentivi e strumenti” ai fan per aiutarli a raggiungere i vari circuiti in “modo più ecologico”.

“Poche persone sanno”, dice Chase Carey, presidente e CEO della Formula 1, “che l’attuale propulsore ibrido usato dalle nostre monoposto è il più efficiente del mondo, poiché offre più energia con un minor consumo di carburante, e quindi di CO2, rispetto a qualsiasi altra macchina. Riteniamo che la Formula 1 possa continuare a essere un leader per l’industria automobilistica, lavorando con il settore energetico e automotive per fornire il primo motore ibrido a impatto zero al mondo”.

Ultima modifica: 12 novembre 2019