Ford Ranger 2019: c’è già un richiamo per il nuovo pick-up

2699 0
2699 0

Sono da poco iniziate le prime consegne del nuovo Ford Ranger, uno dei veicoli più attesi e chiacchierati degli ultimi mesi. Eppure il pick-up dell’Ovale Blue è già protagonista di un recall ufficiale da parte dell’azienda. A quanto pare, infatti, è presente un difetto al selettore del cambio automatico.

Leggi anche: Un Ford Ranger che traina 20 roulotte

Il richiamo, annunciato ufficialmente da Ford, interessa 3.500 Ford Ranger nel mercato nordamericano, di cui 3mila negli Stati Uniti e 500 in Canada, tutti costruiti fra il 4 giugno 2018 e il 9 gennaio 2019 nella fabbrica di assemblaggio di Wayne, in Michigan, a due passi dalla sede Ford di Dearborn.

Il problema consiste nel fatto che il cablaggio del selettore del cambio PRNDL (il dispositivo che controlla lo stato della trasmissione) potrebbe non funzionare correttamente, andando a spostare la trasmissione automatica da P (Parking) a N (folle) a veicolo spento e senza che venga messo il piede sul pedale del freno. Ciò significa che il Ranger potrebbe inavvertitamente entrare in folle, con il rischio che inizi a muoversi mentre è parcheggiato.

Leggi anche: Maserati Ghibli e Quattroporte: recall in USA per rischio incendio

Ford rassicura sul fatto che non è a conoscenza di incidenti o infortuni causati da questo difetto, ma è anche vero che la maggior parte degli esemplari coinvolti si trovano molto probabilmente ancora fermi nei concessionari.

Per risolvere l’inconveniente, i tecnici Ford esamineranno gratuitamente i modelli coinvolti per verificare la presenza o meno del difetto, procedendo alla riparazione nel caso sia necessario.

Ultima modifica: 6 febbraio 2019