Elon Musk taglia il 9% dei dipendenti Tesla: difficile, ma necessario

701 0
701 0

Elon Musk taglierà il 9% della forza lavoro di Tesla nel suo piano di ristrutturazione aziendale. Il Ceo della Casa californiana ha informato i dipendenti via e-mail. Nel momento in cui questa comunicazione è filtrata anche in rete, Musk ha pubblicato su Twitter il testo della mail. “Difficile, ma necessario. La riorganizzazione di Tesla è partita“, ha scritto. La reazione della Borsa è stata istantanea e positiva. A Wall Street il titolo dell’azienda ha guadagnato il 3,3%.

Al momento, Tesla conta su più di 40 mila dipendenti. Il piano di tagli riguarderà quindi circa 3.500 persone. A venire coinvolti sarebbero impiegati salariati piuttosto che gli operai delle fabbriche. Questo piano di ristrutturazione e i conseguenti tagli non comporteranno problemi al raggiungimento dell’obiettivo di produzione della Model 3. Come noto, Musk vuole raggiungere le 5 mila unità settimanali entro la fine di questo mese.

Tesla aveva anche annunciato che il 2018 sarebbe stato il suo primo anno in utile. Il piano dei tagli va soprattutto in questa direzione. “Tesla è cresciuta e si è evoluta rapidamente negli ultimi anni“, c’è scritto nella e-mail di Musk. “In questo modo abbiamo assistito alla sovrapposizione di ruoli e funzioni fra i lavoratori che, se avevano senso in passato, oggi sono difficili da giustificare. Come parte di questa ristrutturazione organizzativa, e sulla via della riduzione dei costi nell’ottica della profittabilità, abbiamo preso una difficile decisione. Dovremo lasciare andare circa il 9% dei nostri colleghi“.

Ultima modifica: 13 giugno 2018