Elon Musk: fondatore di Tesla Motors vuole creare l’auto-sottomarino di 007

2003 0
2003 0

Macchine che volano o auto-sottomarino sono le sfide per il futuro lanciate da Elon Musk, nella prospettiva di una realtà total cyborg.

Per molti il nome Elon Musk potrebbe essere sconosciuto, ma basta pensare al noto marchio automobilistico Tesla Motors, o a paypal, per comprendere che si tratti di un personaggio dal peso non indifferente. In effetti, Elon Musk è il fondatore della citata casa automobilistica, un marchio che ha totalmente cambaito l’idea di intendere le vetture elettriche, aprendo nuovi orizzonti ad uno scenario inimmaginabile, dominato dalla tecnologia. Le auto ideate e progettate da Musk mostrano un design completamente innovativo per i veicoli elettrici, le cui prestazioni erano sino a pochi anni fa assolutamente impensabili.

Lotus Esprit di James Bond

La Lotus Esprit di James Bond era la coprotagonista principale nel film La spia che mi amava. Ebbene, questa auto è stata recentemente acquistata da Elon Musk per un nuovo progetto firmato Tesla Motors. Si tratterebbe di un’auto sommergibile. Proprio così! L’idea è nata nel 2013, quando Musk decise di acquistare la Lotus Esprit sottomarina guidata da Roger Moore. Da lì affermò senza indugio che avrebbe trasformato l’auto, che era operativa solo sott’acqua e non su strada, in una vettura che sarebbe stata in grado di muoversi sia su terra che in acqua.

Chiaramente, lo scopo del progetto sarà essenzialmente quello di dimostrare che un tale lavoro sia possibile, più che di portare sul mercato un veicolo di tali prestazioni. Ciò anche in considerazione del fatto che coloro che potrebbero permetterselo, sarebbero davvero in pochi. Elon Musk, imprenditore 42enne di origini sudafricane cofondatore di Tesla Motors, già in precedenza si era impegnato a realizzare dei veicoli spaziali, ricordiamo infatti SpaceX. Non solo, il suo impegno si registra anche nel settore delle biotecnologie, nonché nella produzione di energia elettrica, ricavata da fonti rinnovabili, con un impatto ambientale di grande interesse per il futuro, parliamo del progetto SolarCity.

Uno dei suoi ultimi lavori è stato definito Hyperloop. Un lunghissimo tubo che possa trasportare passeggeri da Los Angeles a San Francisco, nell’arco di appena 30 minuti. Non sorprende quindi quanto affermato in merito alla Lotus Esprit, perché restano ben pochi dubbi sul fatto che anche in quel caso Musk sarò in grado di raggiungere quanto stabilito.

Obiettivi Elon Musk

Gli obiettivi prefissi da Musk in tutti i suoi progetti mirano a varcare ogni soglia possibile in termini di tecnologia. Ritornando al progetto che ha dato vita alla Corporation SpaceX, Musk si è impegnato a realizzare veicoli spaziali per il trasporto umano. Ecco perché è lo stesso Musk ad affermare che creare una macchina in grado di volare, sia effettivamente possibile. Come lui stesso ha affermato, tenterà di effettuare delle opportune modifiche al motore elettrico Tesla per portare a termine quanto dichiarato.

Anche in questo caso, non si tratterà di veicoli che giungeranno sul mercato, ma progetti che puntano a rendere effettive le potenzialità dei motori elettrici.

Visione futuristica

Nella sua visione futuristica della realtà, Elon Musk ha fatto parlare di sé poiché ha recentemente lanciato nello spazio una delle vetture prodotte proprio da Tesla. A bordo c’era un fantomatico astronauta e in sottofondo le note della canzone di David Bowie, Starman. In molti vedono in questa sua ultima trovata, l’intenzione di voler far conoscere al mondo intero la sua visione del futuro e l’idea di nuovi e interessanti progetti di affermazione nello spazio.

Il fondatore di Tesla non ha mai fatto segreto delle sue idee in merito alla tecnologia, l’unica vera dominatrice del futuro umano. Secondo Musk, infatti, l’uomo presto sarà costretto ad allearsi con la tecnologia se non vorrà esserne totalmente spazzato via. L’evoluzione dell’ hi-tech è ormai in atto e sta diventando sempre più una realtà. Vedremo molto presto, ha recentemente sottolineato lo stesso Musk, una fusione tra intelligenza biologica e artificiale.

Munk ipotizza un mondo nel quale gli esseri umani dovranno necessariamente unirsi alle macchine, trasformandosi essi stessi in una sorta di cyborg pseudoumani. Questo sarà imprescindibile se l’uomo non vorrà diventare un qualcosa di unutile nell’era dell’intelligenza artificiale. Il fondatore di Space X spiega come in futuro le potenzialità umane che si esplicano attraverso la comunicazione, diverranno strettamente connesse alle macchine. Ecco perché ci si dovrà unire alle macchine per non soccombere nell’era dell’hi-tech dominante.

Alla base di questa sua idea del futuro dell’umanità c’è proprio la necessità di una maggiore velocizzazione nell’interazione comunicativa. E’ quest’ultima a regolare i rapporti tra gli uomini, così come quelli tra le macchine. La sola via di salvezza che resterà all’uomo del futuro sarà quella di fondersi con la tecnologia, che a sua volta, diventerà un incastro essenziale all’interno del cervello umano.

Sebbene tutto questo possa apparire assurdo e a tratti inconcepibile, non lo è se si tiene conto del fatto che questa prospettiva futuristica della realtà giunge da Elon Musk. Il fondatore di Tesla Motors, a soli 32 anni era già diventato miliardario, proprio grazie alle sua geniali capacità. Oggi è senza dubbio l’imprenditore più innovativo dell’intero pianeta. È sua, come già indicato, anche l’idea di fondare Space X, un’azienda aerospaziale di dimensioni imponenti. Sempre in tale prospettiva, Tesla Motors, è ad oggi una delle più importanti aziende produttrici di veicoli elettrici non per un mercato di nicchia, per cui a costi decisamente accessibili a tutti.

Non dimentichiamo che il suo nome, come fondatore, lo si ritrova anche fondatore in Neuralink, un’azienda il cui scopo è quello di impiantare nei crani umani un’interfaccia in grado di interagire con sistemi di intelligenza artificiale. Recentemente, Musk ha anche dato vita ad un progetto interessante come SolarCity, azienda di cui è, tra l’altro, anche presidente, e che si occupa della fornitura di energia solare.

Musk è anche fondatore di The Boring Company, azienda impegnata nella costruzione di infrastrutture e tunnel. Ha anche cofondato Paypal e OpenAI, organizzazione no profit per il supporto e promozione di intelligenza artificiale. Trai vari altri progetti che hanno coinvolto Musk ricordiamo anche quello realizzato in soccorso dell’isola di Porto Rico, rimasta senza elettricità in seguito al passaggio dell’uragano Maria. Qui è stata ripristinata l’energia all’interno di un ospedale dell’isola solo mediante l’energia solare.

Non solo, The Boring Company è stata in grado di sostenere un progetto di raccolta fondi che ha raggiunto 300.000 dollari, vendendo dei cappelli. I soldi ricavati, sono stati utilizzati per metetre alla prova, a Los Angeles, un particolare sistema di ascensori e tunnel sotterranei, mediante i quali si possono trasportare le vetture, in modo da alleggerire il traffico e lo smog cittadino.

Con Elon Musk cambia totalmente il concetto di futuro. L’uomo non sarà più il solo dominatore del mondo, per far ciò dovrà necessariamente unirsi all’intelligenza artificiale. Senza la fusione uomo-tecnologia, il primo sarà spazzato via dalla seconda. E’ questo ciò che secondo Musk ci attende per il futuro.

Ultima modifica: 15 marzo 2018