Eleanor Mustang, la mitica supercar di “Fuori in 60 Secondi”

11948 0
11948 0

La Eleanor Mustang, auto resa celebre dal film “Fuori in 60 Secondi“, torna sulle strade. Un accordo fra la Fusion Motor Company e i produttori della pellicola riporterà in vita la supercar americana. L’accordo verte sul permesso per la Fusion di produrre una replica ufficiale della Eleanor.

L’auto è stata la protagonista del film del 1974 (“Rollercar – 60 secondi e vai”, il titolo italiano. “Gone in 60 seconds”, quello americano). Toby Halicki era regista, protagonista e principale stunt del film. Fu lui a guidare la Mustang in una mitica scena di inseguimento durata 30 minuti. Nel girare il sequel, Halicki morì sul set nella ripresa di uno stunt finita tragicamente.

La moglie, Denice, ha raggiunto l’accordo con Fusion Motor Company per riportare in vita la supercar. Nel remake del film, uscito nel 2000 (“Fuori in 60 secondi”, il titolo italiano) con Nicholas Cage protagonista, Eleanor era tornata in scena sulla base di una Shelby GT500 del 1967.

Le repliche prodotte dalla Fusion Motor Company saranno basate invece sulla Mustang Fastback del 1967 e 1968. Gli equipaggiamenti moderni le forniranno altissime prestazioni. Cinque i motori Roush V8 disponibili. La versione d’ingresso monterà un 5.0 litri da 430 e uno da 600 cavalli. Ci saranno poi versioni più spinte con motori da 7.0 litri e una potenza di 480, 560 e 750 cavalli.

Go Baby Go

La scelta della trasmissione può ricadere sul cambio manuale da 5 o 6 rapporti, oppure sull’automatico a 6 velocità. Come nel film ci sarà il pulsante “Go Baby Go” che aziona il protossido di azoto fornendo un ulteriore rinforzo di potenza temporaneo. Questa modalità annullerà però la garanzia del motore Roush.

La produzione della vettura richiederà sei mesi e i prezzi vanno dai 189 mila dollari (157 mila euro) ai 284.350 dollari (236 mila euro).

Ultima modifica: 6 gennaio 2018

In questo articolo