Eccesso di velocità: le infrazioni più folli d’Europa

3115 0
3115 0

Chi ama i motori sa quanto è forte la tentazione di schiacciare un po’ di più l’acceleratore, soprattutto avendo in mano un mezzo che promette prestazioni da pista. Ma la maggior parte di noi, per fortuna, sa altrettanto bene quanto questa pratica sia pericolosa in termini di sicurezza e di portafoglio. C’è sempre e comunque chi non pensa alle conseguenze.

Una recente e curiosa ricerca, condotta dai siti HomeToGo e Happy-Car, ha scovato i più temerari e scellerati eccessi di velocità registrati in Europa. Sono otto, provenienti da altrettanti paesi europei, e ognuno è descritto in dettaglio con mezzo utilizzato, velocità contestata, limite infranto e sanzione comminata.

Ottavo posto: Germania – 240 km/h
All’ultima posizione di questa infelice classifica si trova un automobilista tedesco, che a bordo di un’Audi A3 è stato beccato a viaggiare a 240 km/h su una strada con limite a 60 km/h. 680 euro di multa per lui, 4 punti decurtati su 8 e ritiro della patente.

Settimo posto: Olanda – 290 km/h
Gli è andata bene a un centauro olandese, che nonostante abbia postato su Facebook la sua bravata, non è mai stato preso dalle forze dell’ordine. Cos’ha combinato? In sella alla sua Kawasaki Ninja ZK-9R ha polverizzato un limite di 80 km/h raggiungendo ben 290 km/h di velocità.

Sesto posto: Spagna – 297 km/h
Il proprietario di un Porsche 911 Carrera si è beccato 3.600 euro di multa e un anno di sospensione della patente. La sua colpa è stata andare a 297 km/h in un tratto di strada, in Spagna, con limite a 120 km/h.

Quinto posto: Polonia – 300 km/h
Ancora una Porsche, questa volta Panamera, è l’auto presa in castagna in Polonia. Al posto di stare nel limite di 120 km/h, il conducente ha pensato bene di spingersi fino a 300 km/h. Per lui 1.170 euro di multa e ritiro della patente.

Quarto posto: Inghilterra – 309 km/h
Gravi conseguenze per un automobilista inglese: ritiro della patente, multa (non si conosce il valore), sospensione dalla guida per dieci anni e 28 mesi di carcere. Tutto perché a bordo della sua Nissan GTR non ha rispettato i 100 km/h di limite, arrivando a 309 km/h.

Terzo posto: Francia – 310 km/h
Un anno di carcere senza discussioni: è questa la pena per un francese che ha raggiunto i 310 km/h bruciando un limite di 110 km/h al volante di un’Audi RS4.

Secondo posto: Italia – 311 km/h
Eccoci qui, medaglia d’argento per un nostro connazionale, pizzicato a viaggiare a 311 km/h sulla sua Porsche 911 Carrera, ben oltre il limite autostradale di 130 km/h. C’è da dire, però, che in Italia siamo un po’ più indulgenti: solo 375 euro di multa e 10 punti decurtati dalla patente.

Primo posto: Svizzera – 324 km/h
Il primato va a un pirata della strada svizzero, che con la sua Bentley Continental GT ha toccato i 324 km/h, su una strada con limite a 120 km/h. La pena per lui è stata una multa di 1.865 euro più sei mesi di carcere.

Ultima modifica: 7 aprile 2017