Dimensioni automobili: cosa sono i volumi

740 0
740 0

Quando si parla di dimensioni delle automobili è importante distinguere quelli che sono i volumi, per poter distinguere tra le varie categorie.

Il concetto di auto berlina, a prescindere da quelle che sono le mere misure di ingombro esterno di lunghezza, larghezza e altezza da terra, è rintracciabile in quella che è la natura della carrozzeria.

Se la definizione generale di vettura dotata di tetto chiuso è chiara e lampante, è importante anche capire cosa vuol dire la seconda parte della definizione, quella che richiama al concetto di volumi.

Su di un’auto esistono principalmente tre porzioni o vani: quello dedicato al motore, quello dedicato all’abitacolo e l’ultimo dedicato allo spazio dedicato alla zona di carico. Il come viene realizzata la carrozzeria fa cambiare il concetto dell’auto stessa.

Due volumi

Il concetto di auto berlina a due volumi si materializza quando si ha una carrozzeria dove il vano motore risulta separato, ma il vano abitacolo e carico risultano collegati.

Questi modelli possono essere dotati di 2 o 3 sportelli e generalmente posseggono un ampio portellone posteriore che permette un facile accesso alla zona bagagli.

Probabilmente è la tipologia di carrozzeria più diffuso sul mercato anche per il fatto che sotto questa definizione generale rientrano numerose vetture a listino delle varie case automobilistiche. Si possono trovare in commercio modelli di piccole dimensioni o modelli dalle ampie misure.

Tre volumi

Rispetto alla tipologia di carrozzeria esposta sopra, quella a tre volumi crea una netta separazione tra i vani dell’auto e in questo senso la zona destinata al carico è in maniera evidente separata dalle altre due e si ha la presenza di una sorta di ‘coda’.

Si tratta di auto dalle dimensioni non troppo contenute, le più piccole versioni sono di categoria media, dotate di 4 o 5 porte. La zona bagagliaio è separata dal resto della vettura e possiede un portello a sé.

In questo senso è interessante il concetto di auto a 2 1/2 volumi, cioè auto che posseggono una carrozzeria a tre volumi ma che sono dotate di un ampio portellone posteriore di derivazione due volumi.

Monovolume

Una tipologia di auto che ha ribaltato il concetto di spazio a disposizione (e il concetto di carrozzeria in sé) è la monovolume. Un’auto dotata di una carrozzeria ‘unica’, ossia dove non vi è alcuna evidente separazione tra i vani dell’auto, tutto è dall’esterno un unico grande volume.

Vetture votate allo spazio, generalmente dalle dimensioni generose, che tendono a svilupparsi verso l’alto. Hanno ribaltato il concetto di auto familiare, fornendo spazio a disposizione senza che questo portasse in dono lunghezze esagerate.

Ultima modifica: 18 gennaio 2018