Dieselgate: l’ex CEO Volkswagen accusato di frode

210 0
210 0

Gli effetti del Dieselgate non si sono ancora placati. La più recente notizia a riguardo parla dell’accusa per frode rivolta dalle autorità tedesche a Martin Winterkorn, 71 anni, ex amministratore delegato Volkswagen, in carica proprio durante lo scoppio dello scandalo nel 2015 che ha coinvolto il grande gruppo automobilistico di Wolfsburg.

Leggi anche: Volkswagen, 5,5 miliardi di multe per il Dieselgate nel 2018

L’accusa nei confronti di Winterkorn (e di altri quattro dirigenti Volkswagen rimasti anonimi) è di truffa e violazione delle leggi sulla concorrenza in Germania, reati per i quali l’ex manager rischia fino a dieci anni di carcere.

Leggi anche: Dieselgate: fermato Rupert Stadler, numero uno di Audi

Martin Winterkorn, ha ricevuto le stesse accuse anche negli Stati Uniti nel 2018, alle quali non è seguito alcun provvedimento, poiché la Germania non lo ha estradato. La madrepatria ha però ora avviato la propria macchina giudiziaria, alla quale Winterkorn ha poche possibilità di sottrarsi.

Ultima modifica: 15 aprile 2019