Detroit Flying Cars, l’auto volante precipita durante un test

570 0
570 0

La Detroit Flying Cars è una delle tante società che stanno sviluppando prototipi di auto volanti. Durante un test, però, qualcosa non ha funzionato e il veicolo è precipitato. Le notizie sono ancora frammentarie. A bordo si trovava il pilota che è stato trasportato all’ospedale dell’Università del Michigan, ma non si conoscono le sue condizioni. Sull’incidente è scattata un’indagine della Federal Aviation Administration, l’ente americano che controlla il traffico aereo.

L’incidente è avvenuto al Willow Run Airport nel Michigan. Il prototipo della Detroit Flying Cars si chiama WD-1 e stava effettuando un test al suolo. Improvvisamente l’auto è decollata e poi è ricaduta. Dalle immagini diffuse dalle TV locali, i danni sono concentrati nella zona anteriore, con muso e carrello fuoriuso. Non si conosce a quale altezza sia volato il WD-1.

Il prototipo è costruito in fibra di carbonio, con un’apertura alare di 7,9 metri e un motore da 100 cavalli. In modalità aeroplano può raggiungere una velocità di crociera di 201 km/h con un’autonomia di 643 km. In configurazione automobile, WD-1 è spinto da un motore elettrico da 50 cavalli. Può viaggiare in modalità esclusivamente elettrica per 80 km, prima che il motore si attivi per ricaricare la batteria.

Ultima modifica: 17 dicembre 2018