Danilo Petrucci: carriera e curiosità sul pilota

1061 0
1061 0

Una carriera motociclistica iniziata prestissimo per Danilo Petrucci, oggi pilota di Moto GP che ad una giovane età può già vantare un lungo curriculum.

Un percorso sulle due ruote che parte a soli 8 anni e che arriva ai giorni nostri, non si tratta di un pilota dai risultati eclatanti, ma in alcuni casi ha saputo dare del buon filo da torcere a personaggi considerati superiori a lui. Andiamo a scoprire chi è Danilo Petrucci.

Danilo Petrucci moto gp

 

Corre l’anno 2012 quando il pilota passa a correre nella classe regina del motomondiale, dividendo la stagioni in due tronconi in sella e due moto diverse.

Inizia in sella a una Ioda Racing per poi passare in sella a una Ioda – Suter. L’anno non si conclude in maniera particolarmente esaltante, finisce la stagione infatti al 19° posto della classifica generale e come miglior risultato si può citare il suo 8° posto al GP della Comunità Valenciana di quell’anno.

Si deve aspettare il 2015, anno in cui inizia a correre per la Pramac Racing, per far catapultare il nome del pilota sui giornali; al GP di Gran Bretagna arriva un risultato eccezionale, un secondo posto sul podio dietro Valentino Rossi e davanti ad Andrea Dovisioso. Anche la chiusura di stagione al 10° posto della classifica generale non è un risultato malvagio.

Dopo un 2016 segnato da un infortunio e un 14° posto in classifica generale, la stagione 2017 va decisamente meglio. In sella ad una Ducati conclude la stagione con un terzo posto e un secondo posto e si piazza 8° in classifica generale.

Curiosità Danilo Petrucci

 

La carriera del pilota, oggi 27enne, inizia davvero presto, corre infatti l’anno 1998 e lui ha solo 8 anni. Il limite minimo per prendere la licenza di pilota è proprio 8 anni e lui la vuole e inizia subito a correre sulle due ruote.

Nel 1999 diventa campione italiano minitrial e nel 2010 di minicross.

La curiosa carriera di Petrucci lo ha visto praticamente ad oggi in sella a quasi ogni tipologia di moto da gara. E se oggi è un pilota di Moto GP con tanta voglia di dimostrare le sue potenzialità, durante la sua vita ha corso veramente quasi su qualsiasi cosa avesse due ruote.

Dopo la parentesi bambina e fanciullesca nelle varie sezioni ‘mini’, a soli 16 anni è pilota di campionato monomarca per Honda CBR 600 RR, dove chiude la stagione come miglior esordiente e poi pilota di campionato monomarca Yamaha R6, dove ottiene buoni risultati.

Ma non solo, corre anche nelle categorie superstock 600 e 1000 e nel mondiale superbike.

Insomma 27 anni ma un curriculum molto pieno per il pilota italiano.

 

 

Ultima modifica: 29 dicembre 2017