Cosa significa mettere il turbo

440 0
440 0

“Ho messo il turbo e sono arrivato in tempo”, “ho messo il turbo e ho concluso un lavoro”, “metti il turbo e consegna quel compito”. Sono solo alcuni e banalissimi esempi di frasi che si utilizzano nel parlare comune. La dizione “mettere il turbo” è la classica frase che si utilizza quando è necessario svolgere un’attività velocemente. Ma tecnicamente, in ambito automotive, che cosa significa, veramente, mettere il turbo? Vediamo nel dettaglio.

Con o senza turbo

Semplificando al massimo, turbo fa rima con sovralimentazione del motore. Sì, proprio così: se un tempo il motore turbo era messo in dotazione solo a quelle vetture la cui mission era di assecondare la guida sportiva dell’automobilista, oggi turbo significa motore sovralimentato, non importa che sia a benzina oppure a Diesel.

Tecnicamente – ma semplificando al massimo – si tratta di un meccanismo che ha molto a che fare con la quantità di aria aspirata: in pratica, il turbocompressore, fa in modo che la camera sia inondata letteralmente di aria molto densa. E se fino a qualche anno fa “il turbo” era per pochi, oggi la maggior parte delle automobili in produzione è turbo-benzina, turbo-Diesel. Ma il turbo conviene? Hanno ancora senso le autovetture no turbo?

Come al solito non esiste una risposta univoca e la risposta maggiormente centrata è: “dipende”. Dipende dal tipo di auto, dipende dal tipo di guida, dipende soprattutto dall’utilizzo che si fa dell’auto. Nell’era dell’abbattimento delle emissioni, infatti, nell’era dell’Ecotassa o dell’Ecobonus il turbo può fare la differenza. Anche in termini di costi.

Turbo sì, ma con prudenza

Sì, perché un motore sovralimentato comporta una serie di elementi da tenere strettamente sotto controllo. In questo senso, in realtà, sono anche parecchi i miti da sfatare, perché è abbastanza popolare (ma non corretto) sentire parlare di consumi elevati quando si tratta di auto con motori “importanti”. Come, del resto, è nazional popolare sentir parlare di ridotta sicurezza, quando le auto sono particolarmente generose.

In realtà, a parte le dovute eccezioni, in tema di sicurezza molto fa lo stile di guida, e anzi: un maggiore spunto può salvare da situazioni difficili. Quanto ai consumi, tanto dipende dalla tipologia di motore, dalla trazione e così via. In altre parole, non è detto che mettere il turbo produca gravi effetti collaterali per il portafogli di chi guida.

Ultima modifica: 13 marzo 2019