Coronavirus: Mahindra ferma gli investimenti in SsangYong

459 0
459 0

Il grande gruppo automobilistico indiano Mahindra & Mahindra ha deciso di fermare gli investimenti destinati al alla sua controllata coreana SsangYong. Si tratta di una mossa dovuta alla necessità di risparmiare risorse per contrastare l’emergenza coronavirus.

Leggi anche: Mahindra al lavoro per affrontare il Coronavirus in India

Mahindra & Mahindra, che possiede una partecipazione del 74,65% di SsangYong, ha chiesto all’azienda coreana di cercare da sé altri canali di finanziamento. Il motivo è abbastanza ovvio: le restrizioni anti Covid-19 imposte in India (come nella maggior parte dei paesi del mondo) hanno causato un forte calo della domanda nell’industria automobilistica (e non solo).

Questa decisione arriva a meno di due mesi dall’annuncio di Mahindra di voler investire altri 423 milioni di dollari proprio in SsangYong.

“Dopo lunghe riunioni” Mahindra & Mahindra spiegano dall’azienda indiana in un comunicato ufficiale “alla luce dei flussi di cassa attuali e previsti, il Consiglio di Amministrazione di Mahindra & Mahindra ha deciso di fermare il flusso di capitale azionario destinato a SsangYong”.

Ultima modifica: 7 aprile 2020