Classifica delle sette auto più scattanti del 2017

1307 0
1307 0

Il mercato delle auto nel 2017 ha messo in mostra un’offerta ampia da parte delle case automobilistiche e le auto dinamiche e scattanti non mancano.

Il mercato delle auto nel 2017 è stato all’insegna della crescita per quello che riguarda i numeri di vendita e i dati confortanti arrivano da tutti i listini delle case automobilistiche. Le auto scattanti sono state considerate abbastanza appetibili e rappresentano un ottimo segmento.

Nomi forti che arrivano da diverse case automobilistiche, ognuna ricca di scelte.

McLaren P1

 

Auto non più in produzione ma che ha rappresentato al meglio il ritorno della casa inglese alla produzione di vetture stradali. Molto ricercata in ambito usato, presenta un rivoluzionario motore concettualmente derivato dalla Formula 1 che ha la caratteristica di presentarsi ibrido, ad un meccanico motore V8 biturbo da 737 CV viene accoppiato un propulsore elettrico dalla potenza di 179 CV, il tutto per ben 916 CV di potenza  disposizione.

Si tratta di una vettura non facile da gestire e che necessita di esperienza per essere tenuta a bada considerata l’elevata coppia a disposizione e la velocità massima di 325 km/h.

Il lavoro in galleria del vento è stato notevole per i progettisti che hanno saputo ottimizzare il concetto di sovralimentazione dinamica in maniera evidente e il doppio motore porta la guida a livelli davvero estremi.

 

McLaren 720 S

 

Rappresenta il livello più alto delle auto stradali prodotte da McLaren che propone un motore 3.8 V8 da 720 CV in unico allestimento. La potenza è tanta a disposizione e si tratta di un’auto destinata a mani esperte.

E’ dotata del nuovo cambio robotizzato a sette marce e doppia frizione che ne esalta la potenza, ma il vero fiore all’occhiello è dato dall’aerodinamica di alto livello studiata in galleria del vento.

Questo modello vuole continuare il lavorodella casa inglese già iniziato con la 650 di cui la 720 prende il posto, estremizzando il concetto di auto sportiva e performante. 

La posizione di guida risulta molto sacrificata dentro l’abitacolo che si presenta stretto ma ricco e lussuoso. Il prezzo è di 265.780,00 per la versione Luxury.

Porsche 918 spider

 

Auto che incarna al meglio la tradizione boxter della casa tedesca e che propone motorizzazioni non estreme adatte a essere gestite abbastanza facilmente. Punta sulla coppia questo modello scoperto che si propone con motori 2.0 da 299 CV e 2.5 da 349 CV.

Gli allestimenti sono di alto livello anche se peccano in alcune soluzioni a pagamento come il clima bi – zona che viene venduto a parte. I prezzi di listino vanno da 59.311,00 euro a 74.171,00 euro chiavi in mano per la versione più potente e lussuosa.

Anche se propone solamente posto per due persone, questa scoperta offre un abitacolo vivibile e lo spazio a disposizione, sia del guidatore che del passeggero, è tutto sommato comodo.

Lamborghini aventador

 

Sportiva senza compromessi destinata a guidatori esperti capaci di domare e di saper tirare fuori il meglio dai 700 CV già proposti nella versione ‘base’, che diventano 751 nella versione Super Veloce. Il motore resta lo stesso, un 6.5 V8 biturbo dotato di cambio robotizzato a sette rapporti e doppia frizione che si presenta preciso negli innesti.

Lo studio aerodinamico si vede e si sente, così come il miglioramento delle prese d’aria laterali che alimentano il motore montato posteriormente al centro.

Innovativa la gestione della guida che permette di scaricare la potenza totalmente sulle ruote posteriori o di poterla dividere con le ruote anteriori nella misura percentuale di 60% e 40%, selezionabile attraverso il computer interno che permette diverse modalità di guida.

Un’auto che in strada risulta mediamente gestibile ai bassi regimi ma che muta il carattere immediatamente se il motore sale di giri e da il meglio di sé in pista.

I prezzi di listino partono da 329.400,00 euro e arrivano a 403.210,00 per la versione Super Veloce, marcatamente più potente e accessoriata.

Ford GT

 

La casa tedesca affianca ai suoi modelli che riescono a coprire le esigenze di un elevato range di utenti, una sportiva di razza le cui caratteristiche costruttive la portano immediatamente in competizione con le supercar più blasonate.

Il motore 3.5 V6 permette di erogare oltre 600 CV di potenza, tutti gestibili in funzione della guida messa in pratica. La versione proposta è unica come allestimento ma può essere personalizzata sia nella carrozzeria che negli interni.

Il sito ufficiale della casa automobilistica decanta quella che è l’aerodinamica e il profilo a goccia, studiati nella galleria del vento e di diretta derivazione Formula 1. Insomma con questo modello Ford si vuole rendere competitiva sul mercato nel segmento delle supersportive estreme.

Il prezzo di quest’auto è abbastanza alto, 395.000,00 euro proposti da Ford non sono pochi per quest’auto che ha tutte le carte in regola per dominare il mercato americano.

Ferrari F12 berlinetta

 

Modello di produzione 2013 che ha rappresentato il nuovo corso della casa italiana per quello che riguarda le berlinette sportive prodotte. L’innovativo motore 6.3 V12 biturbo è in grado di erogare la potenza di 740 CV che ai bassi regimi risultano gestibili su strada ma che sono pronti a sprigionare la loro potenza se spremuti per bene su pista.

L’abitacolo risulta tutto sommato comodo e la posizione di guida non è sacrificata come accade per altri modelli Ferrari, lo spazio a disposizione del guidatore permette un assetto non troppo ribassato e regolabile in funzione dello stile di guida.

Ferrari 458 speciale

 

Allestimento particolare per l’antesignana dell’attuale 488 GTB che presenta un motore 4.5 V8 biturbo da 604 CV.

Si tratta di un’auto che lascia poca scelta sulla posizione di guida che si presenta da sportiva di razza. La sua produzione si è fermata nel 2015, da quando il modello è stato sostituito con la 488. Il mercato dell’usato è stato abbastanza in fermento nel 2017.

Imponente lo studio effettuato dalla casa italiana su quella che è l’aerodinamica della vettura che si presenta la più efficiente mai realizzata da Ferrari fino ad ora.

Massiccio l’impiego della fibra di carbonio a cominciare dalla carrozzeria interamente realizzata con questo materiale, per continuare a gran parte dei dettagli interni.

Tra le versioni della 458 questa è quella che risulta ancora più performante grazie ai cavalli in più a disposizione, che da 570 basilari passano a 604 e la differenza, unita alla maggiore aerodinamica, si sente.

 

Ultima modifica: 23 gennaio 2018