Ecco Casey, Bosch mette l’assistente vocale nell’abitacolo

532 0
532 0

Si chiama Casey ed è l’assistente vocale che Bosch sistemerà nell’abitacolo delle vetture. L’obiettivo di questa tecnologia è cancellare ogni distrazione per i conducenti, consentendo loro di concentrarsi sulla guida. L’assistente, che risponde al nome di “Casey” la prima volta che il conducente sale sull’auto, rende la guida più comoda e sicura.

A volte, guidando le macchine moderne, il conducente può sentirsi un vero e proprio pilota al comando di un aereo con tutti quei pulsanti, schermi, menu e sottomenu“, dice Dirk Hoheisel di Bosch. “Bosch pone fine al caos di pulsanti presenti nell’abitacolo. Abbiamo deciso invece di trasformare l’assistente vocale in passeggero“.

Secondo uno studio di Allianz Center for Technology, i guidatori di auto tedesche spesso si distraggono mentre usano il navigatore, regolano l’aria condizionata o rispondono al telefono. Questo tipo di distrazioni è una delle cause principali degli incidenti stradali.

L’assistente Bosch non risponde più ai rigidi comandi vocali formulati con parole ben precise. Il sistema di riconoscimento vocale capisce la struttura delle frasi naturali già in oltre 30 paesi del mondo, compresi vari accenti e dialetti. Casey non parla semplicemente inglese, ma anche le varianti britanniche, americane, neozelandesi e australiane. Bosch ha investito più di dieci anni di duro lavoro per progettare il suo controllo vocale.

Ultima modifica: 3 gennaio 2018