Carlos Ghosn torna in libertà su cauzione

638 0
638 0

Carlos Ghosn esce di prigione. Il tribunale di Tokyo ha finalmente accolto le svariate richieste dell’ex numero uno dell’alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi di essere rilasciato su cauzione, dopo oltre tre mesi di carcere.

Leggi anche: Carlos Ghosn rimane in carcere in Giappone: respinto l’appello del manager

L’alto dirigente era stato arrestato lo scorso 19 novembre nella capitale giapponese, con l’accusa di false dichiarazioni in merito ad alcuni ingenti guadagni e per violazione della fiducia societaria a danno del grande gruppo automobilistico di cui era presidente.

Secondo il tribunale il rischio che l’imputato possa o voglia fuggire, o che intenda o sia in grado di inquinare le prove, è basso. Ciò nonostante l’importo della cauzione è comunque ingente: il giudice ha stabilito infatti che la scarcerazione di Ghosn possa avvenire previo pagamento di ben un miliardo di yen, ossia circa 8 milioni di euro.

Prima che venga scarcerato, però, Ghosn deve attendere la decisione di un terzo giudice, poiché la Procura di Tokyo ha presentato ricorso contro la decisione del tribunale. Conferme o smentite dovrebbero arrivare in questi giorni.

Ultima modifica: 5 marzo 2019