Campionati mondiali di aratura con pneumatici Continental

265 0
265 0

Quest’anno i campionati mondiali di aratura si terranno a Lake of the woods (in Minnesota, Usa) dal 30-31 agosto. Sono attesi partecipanti da tutto il mondo, come accade ogni anno in occasione di questa manifestazione.

Uno dei partecipanti sarà Peter Alderslade, attuale campione britannico di aratura. Nato in una famiglia con una grande tradizione agricola, oggi Peter gestisce 650 ettari di terra arabile insieme a 150 ettari di erba destinata ai suoi 75 cavalli.

Mio padre mi ha insegnato ad arare quando ero piccolo”, dice Peter, la cui prima partecipazione a questa competizione risale a quando aveva 15 anni. “Da allora ho sempre seguito i suoi insegnamenti: una cattiva aratura dritta è meglio di una buona aratura curva. Penso che sia questo ad avermi aiutato a raggiungere il top delle competizioni internazionali”. Quest’anno Peter ha vinto i campionati britannici e si è così qualificato per la settima volta ai campionati mondiali, che spera di concludere sul podio dei vincitori.

Alla competizione Peter parteciperà con il suo trattore Valtra A95 del 2004, con un aratro reversibile a due solchi Kverneland. “E’ un trattore piccolo ma forte”, dice Peter.

La recente scelta degli pneumatici adatti, sottolinea Peter, è fondamentale per raggiungere i livelli di precisione che i giudici cercano. Dal 2018 Peter usa penumatici Continental Tractor85, che sono anche quelli usati nel campionato britannico che recentemente ha vinto. “Questi pneumatici hanno profili stretti, in modo da rientrare nei solchi. Con una ruota del trattore sempre nel solco che ho appena tracciato, è importante andare avanti senza danneggiarlo mentre traccio il solco successivo”.

I giudici penalizzano i concorrenti per qualsiasi piccolo errore nella formazione dei solchi, specialmente quando si crea compattazione causata dalle gomme. Peter spiega: “Tutti i solchi devono essere della stessa larghezza e devono sembrare identici per non perdere punti”.

I Tractor85 Continental usati da Peter sono caratterizzati da un grande flessibilità che aiuta a distribuire sul terreno il peso del trattore in maniera più uniforme. “Ho visto altri concorrenti affondare nel terreno, mentre io andavo avanti con successo. Sono le gomme a fare la differenza”.

Sulla base di queste considerazioni, la dovuta attenzione deve essere riservata anche alla pressione di gonfiaggio. Su un campo bagnato Peter riduce la pressione fino ad un livello che è il 25% più basso rispetto a quello suggerito in condizioni normali. “Ridurre la pressione aiuta a distribuire uniformemente il peso, migliora la trazione e riduce lo scivolamento delle ruote. Il battistrada dei miei pneumatici ha inoltre ottime qualità autopulenti, in modo che la terra possa staccarsi più facilmente. Grazie a questi accorgimenti sono molto sicuro anche su terreni bagnati adesso”.

Lo spazio di aratura

I campionati mondiali di aratura durano circa 10 giorni. E sono preceduti da altri 10 giorni di pratica sul campo. Peter gareggerà nell’aratura di uno spazio triangolare con lati che misurano 100 metri, 16 metri e 12 metri.

Sarà giudicato sulla base di 10 variabili, che includono il tempo, la drittezza delle linee e la tecnica utilizzata. Al miglior aratore sarà conferito il titolo di Campione Mondiale di Aratura. “Di solito devo interrompere il mio lavoro per partecipare a questa competizione, ma almeno posso rivedere gli amici di tutto il mondo che ho conosciuto nelle precedenti partecipazioni”, conclude Peter.

Ultima modifica: 7 agosto 2019

In questo articolo