Autodromo di Modena: storia ed informazioni utili

285 0
285 0

L’autodromo di Modena, recentemente adattato, è uno dei percorsi più adatti sia per auto, che per moto, dove si alternano veloci varianti ad ampie curve. Il nuovo tracciato è situato su di un terreno che ha consentito di realizzare delle particolari variazioni al manto stradale, tanto da diventare particolarmente attrattivo per sfide sia su quattro, che su due ruote. Si trovano qui delle curve molto interessanti, cui si alternano tratti veloci e curve ad ampio spettro, situate esattamente prima dell’ingresso ai due rettilinei fondamentali dell’intero percorso. Il nuovo autodromo è già stato messo alla prova dei più apprezzati e preparati piloti, che lo hanno definito assai interessante.

Storia dell’Autodromo di Moderna

 

L’autodromo di Modena venne costruito nel 1949, inaugurato l’anno successivo con un Gran Premio solo per vetture di Formula 2. Il percorso divenne attivo a tutti gli effetti solo negli anni ’50, quando fu impiegato come aeroporto, come tracciato per sfide automobilistiche e su due ruote, come scuola piloti, nonché come pista per collaudare i veicoli dei marchi costruttori in zona. Tra le case produttrici che vi collaudavano i propri veicoli, anche la Scuderia Ferrari. Fu proprio quest’ultima che, negli anni ’70, dati gli enormi limiti imposti dal circuito, decise di costruirne uno proprio, il circuito di Fiorano, nella zona adiacente al circuito di Maranello.

L’autodromo di Modena, nel corso della sua storia, è stato anche la location di ben 22 edizioni del Gran Premio Motociclistico, di rilevanza non indifferente poiché attirava a sè diversi marchi produttori di veicoli e piloti. Il percorso si snoda su ben 12 metri di lunghezza, con pit lane composto da 21 box, nonché area ristorazione e paddock attrezzato. Si tratta del percorso ideale per ottenere una risposta adeguata in curva.

Qui si tengono anche corsi per guida sicura, prove libere, altri specifici test di prodotto ed open day. Si apre anche a diversi eventi al fine di coinvolgere tutti colori che siano appassionati del settore. Gli open-day servono proprio ad avvicinare coloro che amano questo settore, offrendo la possibilità di portare in pista la propria auto o moto per provarne il tracciato. Il circuito di Modena si offre anche a case automobilistiche e motociclistiche, affinché possano testare i propri veicoli. Situato all’interno della Motor Valley, ciò rende la pista comoda non solo in termini logistici, ma anche per le variazioni del percorso che servono prorpio ai test e per fini di collaudo.

Come raggiungere l’Autodromo di Modena

 

L’Autodromo di Modena è posto in un’area facilmente raggiungibile, a soli pochi minuti dalla Via Emilia. Nelle immediate vicinanze si trova anche l’Aeroclub che consente di giungere direttamente sulla pista con elicotteri o con gli aerei privati. Per raggiungerlo basterà prendere lo svincolo di uscita dall’Autostrada A1, verso Modena Nord. Da qui bisognerà seguire la tangenziale e dirigersi poi verso Maranello. A questo punto bisognerà prendere l’uscita in direzione Milano e Reggio Emilia, per poi proseguire sulla via Emila Ovest. Una volta giunti in prossimità della rotatoria di Marzaglia, bisogna prendere la terza uscita, per poi proseguire lungo circa 1,4 km e successivamente svoltare a sinistra sulla Strada Pomposiana. Si prosegue poi ancora per 1 km circa e si giunge a destinazione.

Eventi dell’Autodromo di Modena

 

Sono diversi gli eventi che si tengono all’interno dell’Autodromo di Modena, come il lancio di nuovi prodotti in occasione dei raduni e molto altro. L’Autodromo di Modena è il luogo perfetto per creare la perfetta sinergia per i team aziendali. Qui sia i piloti, che gli istruttori professionisti possono disporre di strutture altamente qualificate per effettuare dei giri in pista da mozzare il fiato, oltre a prove di abilità e corsi di guida.

Coloro che sono interessati alla vendita di auto sportive e luxury, qui potranno trovare il luogo ideale per portare a termine interessanti trattative economiche, sostenendo importanti politiche promozionali. L’Autodromo ospita anche raduni dedicati alle due ruote e alle auto d’epoca. Qui gli appassionati potranno immergersi in un suggestivo viaggio nel passato, al suono del rombo di motori d’altri tempi. Sarà possibile anche provare a mettersi alla guida di una vettura Gran Turismo, o una da rally!

E’ offerto anche un servizio di noleggio auto sportive e ci saranno a presenziare gli eventi anche i più affermati piloti che potranno svelarvi i segreti delle corse. Si organizzano anche corsi di guida sicura, come il Green drive per guidare risparmiando, sfruttando al massimo le risorse della moderna tecnologia automobilistica, riducendo altamente i consumi. Il Daily drive ideato per coloro che vogliono perfezionare le propria abilità di guida, soprattutto in aree di montagna dove l’asfalto è posto a condizioni di gelo. Sport drive per coloro che amano la guida sportiva, che vogliono provare a correre in pista e sperimentare il brivido della velocità. Si organizzano anche pacchetti su misura di famiglie con specifici corsi, dove padre e figlioo anche madre e figlia possano mettersi alla prova in fatto di velocità.

 

Dove dormire nei dintorni dell’Autodromo di Modena

 

Modena è una città molto accogliente nei confronti di turisti e visitatori, ma anche per coloro che si trovano qui in occasioni di viaggi di lavoro o per eventi importanti come quelli organizzati nell’arco dell’anno proprio dall’Autodromo. Si può scegliere tra strutture semplici oppure raffinate, tutte in grado di rispondere alle esigenze di ogni ospite per offrire il massimo in fatto di comfort e servizi. Sono molti gli alberghi situati nelle vicinanze dell’autodromo. Molti di essi offrono accoglienza in palazzi antichi ristrutturati, oppure in edifici e monumenti di eccellenza.

Nel caso in cui, dobbiate fermarvi qui per un periodo più lungo, è anche possibile optare per una soluzione abitativa di prestigio come i residence, molti dei quali sono totalmente immersi nel verde, altri, invece, si trovano all’interno di ville antiche restaurate, poco fuori città. Per chi preferisca una soluzione più easy, è anche possibile prenotare la propria permanenza presso uno dei numerosi bed & breakfast, situati sempre non distanti dall’autodromo.

Per i soggetti giovani è preferibile la possibilità di alloggiare in un ostello, poiché molto più conveniente e informale. Proprio nel centro cittadino è situato l’Ostello San Filippo Neri, dotato anche di info point turistico. Sia in pianura, che in montagna, è anche possibile alloggiare presso uno dei suggestivi agriturismi, ricavati da antiche dimore storiche, o da vecchi casali di campagna e borghi montanari.

Dove mangiare vicino l’Autodromo di Modena

 

Modena è senza dubbio famosa per la sua cucina. Gli antichi sapori delle sue ricette, con piatti cotti ad arte secondo tradizione. Nelle vicinanze dell’Autodromo, potrete trovare degli ottimi locali di buona cucina tipica, numerose osterie tipiche e trattorie, ma anche ristoranti, locanda o altri punti di ristoro. Qui potrete scegliere tra menu tradizionali e innovativi, con estrema attenzione alla qualità degli alimenti che compongono ogni piatto.

I ristoranti vi offriranno ricette tradizionali, nate dalla disponibilità di pochi e semplici prodotti della terra, in una economia agricola autosufficiente, riscoperte e proposte nei locali caratteristici della città. Gran parte dei locali di ristorazione fanno riferimento, per i loro prodotti, alle aziende agricole produttrici di formaggio, di vino, aceto balsamico, prosciutto ed altre specialità di eccellenza.

Ultima modifica: 18 dicembre 2017