Auto volanti: il New Hampshire è il primo stato a legalizzarle

450 0
450 0

Il governatore del New Hampshire, Chris Sununu, ha firmato pochi giorni fa la House Bill 1182, una legge che consente la registrazione e immatricolazione degli aeromobili stradali (meglio noti come auto volanti) e conseguentemente sancisce anche la possibilità che questi possano circolare liberamente per le strade dello stato americano. Con questa legge, già soprannominata “Jetson Bill” (dal famoso cartone “I Jetson”, da noi noto come “I pronipoti”, ambientato in un futuro dove circolano appunto le macchine volanti), il New Hampshire è a tutti gli effetti il primo stato al mondo ad aver creato un quadro giuridico chiaro per questi futuristici mezzi di trasporto.

Il disegno di legge è stato predisposto dai membri dei comitati di trasporto della Camera e del Senato del New Hampshire, i quali si sono avvalsi dell’interessato aiuto di tre grossi produttori di aeromobili stradali, ossia PAL-V, Samson Sky e Terrafugia.

Leggi anche: Auto volanti: a che punto siamo?

La “Jetson Bill” consente ai veicoli volanti di procedere lungo le strade dello stato e di accedere agli aeroporti, dai quali possono quindi decollare e atterrare. È chiaro che si tratta di veicoli che non sono per tutti: solo chi ha un brevetto di volo può farli alzare da terra e pilotarli in aria. Ma, come abbiamo visto anche in altre occasioni, questo genere di mezzi può contribuire a creare un nuovo sistema di mobilità più agile e sostenibile: con un solo veicolo ci si dirige all’aeroporto, si decolla, si atterra e si completa il viaggio con un ultimo tragitto da “ultimo miglio”.

Kevin Colburn, vicepresidente e direttore generale di Terrafugia, ha così commentato: “Siamo entusiasti del fatto che il governatore Sununu abbia firmato la legge 1182, rendendo il New Hampshire il primo stato nel paese a creare un quadro giuridico che consentirà agli acquirenti di auto volanti di immatricolare il proprio veicolo e guidare legalmente sulle strade da e verso gli aeroporti dello stato. Non vediamo l’ora di continuare il nostro lavoro con il New Hampshire per attuare questa legge e far crescere il nostro settore”.

Entusiasmo è arrivato anche da PAL-V, attraverso le parole del distributore Keith Ammon: “Vogliamo esprimere la nostra gratitudine ai legislatori e ai politici che hanno lavorato così duramente per far sì che tutto ciò accadesse. Questa mossa del New Hampshire rappresenta un significativo passo avanti per l’industria aeronautica stradale”.

Anche il CEO di Samson Sky ha voluto commentare: “L’audace azione del New Hampshire è un esempio che altri possono seguire negli Stati Uniti e in tutto il mondo, stabilendo un ambiente normativo che dona ai residenti l’opportunità di partire da un aeroporto locale e arrivare all’aeroporto più vicino con una soluzione di trasporto integrata da ultimo miglio”.

Ultima modifica: 3 agosto 2020