Auto in regalo: procedura documenti e normativa

721 0
721 0

 Decidere di donare un’auto in regalo è un investimento che richiede due fattori essenziali:  tempo, per valutare la migliore opzione e organizzarsi con i documenti richiesti, e soprattutto denaro. Capita molto spesso che il passaggio avvenga nella cerchia famigliare; quando i figli entrano nel mondo dei grandi la prima cosa che vogliono ottenere è la patente. Proprio perché l’entusiasmo è tanto, molti genitori preferiscono  “svezzare” la prole con macchine non proprio nuove, meglio se quelle del nonno che ormai non utilizza più o l’auto famigliare che da anni sognamo di cambiare.

Scegliere l’auto

Con la crisi economica che il nostro paese sta affrontando ormai da anni, molti italiani preferiscono acquistare un’auto usata in  modo da risparmiare. I fattori che indirizzano la scelta di un autoveicolo, nel corso degli anni, sono mutati notevolmente; se prima il comfort, le dotazioni di serie o le caratteristiche estetiche dell’auto rappresentavano le qualità più ricercate, adesso, sopratutto per i primi acquisti, si tende a non esagerare.

Nell’ipotesi in cui si tratti di un’ auto in regalo si può ricorrere a due alternative: la prima è quella di recarsi in una auto concessionaria e scegliere direttamente in loco, la seconda invece è quella di affidarsi al passaparola o alle offerte online. Internet è senza dubbio un terreno fertilissimo dove iniziare le nostre ricerche e, perché no, anche concluderle. E’ importante, soprattutto nel caso degli annunci sul web, verificare sempre le fonti da cui provengono e non lasciarsi coinvolgere in truffe in cui, nella maggior parte dei casi, non veniamo tutelati.

Assicurazione

Per poter circolare in tranquillità bisogna prima compiere due diversi step: il passaggio di proprietà della macchina, il passaggio dell’assicurazione per potersi mettere alla guida.

Il passaggio si compie attraverso un atto di donazione; prima di compiere tale azione, però,  è necessario che il soggetto donante sia in pieno possesso delle sue facoltà e che il donatario si sia accertato che il bene che riceverà non sia frutto di illeciti. Anche in caso di regalo fra privati, intimi o meno, è  bene che l’autovettura non sia coperta da ipoteca, bisogna quindi essere certi dipoter  godere di tutti i diritti di proprietà.

I documenti necessari sono:

  • certificato di proprietà;
  • atto di vendita, cioè la dichiarazione del venditore con firma autenticata in bollo, redatta sul retro del certificato di proprietà CDP .
  • nota di presentazione al Pra con il codice fiscale dell’acquirente;.
  • carta di circolazione e copia del modulo TT 2119 per richiederne l’aggiornamento;
  • fotocopia del documento di identità dell’acquirente;
  • autocertificazione di residenza dell’acquirente se non viene riportata sul documento presentato.

Per il costo del passaggio di proprietà, deve essere effettuato nello sportello in cui viene effettuato il passaggio di proprietà. La quota da pagare, inoltre,  cambia a seconda del luogo di residenza.

Dal 2007 la Legge Bersani “permette di porre un’assicurazione su un veicolo (nuovo o usato) di cui si è entrati in possesso, acquisendo la stessa classe di merito di un veicolo di proprietà dell’acquirente (o di un componente del nucleo familiare) già assicurato.”. E’ possibile effettuarla solo in lalcuni casi; prima di dar per scontato controllate di essere soggetti con i requisiti richiesti da questa legge.

Consigli

Nel caso in cui dovessimo scegliere un’auto in regalo per qualcuno il consiglio che subito viene in mente è questo: informatevi. Sembra banale, ma spesso capita di non capire i gusti e le esigenze dei destinatari, rischiando così di regalare un’auto che non rispecchia i bisogni degli altri. Indagate prima di fare un acquisto del genere; cercate di capire gli usi che ne farebbe la persona, le qualità ricercate, le preferenze cromatiche ecc. Facendo questa indagine riuscirete a scovare tutte le ragioni per cui dovreste scegliere un’automobile rispetto ad un’altra.

Ultima modifica: 2 febbraio 2018