Auto da rally: i segreti di uno sport mozzafiato

170 0
170 0

Uno degli sport a quattro ruote più avvincente e mozzafiato è senza dubbio il Rally. Gare che si svolgono nel cuore dell’avventura tra scenari spettacolari e incredibili, dove i piloti in gara al comando delle loro auto da Rally gareggiano tra i ghiacciai del nord o tra le calde sabbie dei deserti africani o asiatici, oppure con lo straordinario sfondo dei paesaggi italiani.
Un connubio di pura adrenalina che unisce il rispetto del codice della strada alla velocità da cronometro: questo è il Rally.

Rally: caratteristiche delle auto

Il Rally è disciplina sportiva è nata ufficialmente a metà degli Anni ’60 che nel corso degli anni ha subito diverse trasformazioni sino a portarla ad essere un vero e proprio sport di velocità.

Le auto da Rally sono esteticamente uguali ai veicoli normali, tuttavia sono dotate di motori e strutture che gli conferiscono potenza e leggerezza. Per questo motivo, il telaio deve essere ultra leggero per evitare che durante uno dei loro avventurosi salti possa frenare l’auto e compromettere la gara. Inoltre, questi particolari veicoli devono essere sottoposti a regolare manutenzione dopo ogni evento sportivo.
Non sono automobili per tutti, anche se sono le più desiderate: larghe, basse con i loro classici alettoni, spoiler e passaruota che le rendono uniche nel loro genere. 

Le auto da Rally sono suddivise in diverse categorie basate sulla loro potenza. Possono raggiungere una velocità massima di 220 Km/h e arrivare a 100 Km/h in soli 3 secondi. Nonostante ciò, la FIA – Federation Internazionale dell’Automobile – ha deciso di mantenere una velocità media di gara inferiore ai 130 km/h, come misura di sicurezza per gli equipaggi e gli spettatori presenti alle competizioni. 

Anche se come affermato esteticamente possono sembrare automobili normali, quelle da rally si differenziano per i seguenti dettagli:

  • il cambioniente cambio automatico che toglierebbe l’aspetto divertente delle competizioni, bensì veicoli sono dotati di cambi manuali sequenziali, “H manuali regolari”;
  • gli pneumatici e ruote: gli pneumatici dipendono dal tipo di strada del percorso che l’auto Rally deve affrontare, allo stesso modo le ruote. Si utilizzano quelle da 18” per le gare su circuito cittadino mentre quelle da 15” per la terra.
  • team alla guida: la guida delle auto Rally è consentita solo al pilota e al navigatore che devono essere abili a coordinarsi a tal punto da ‘fondersi’ in un unico pilota.

Queste sono solo alcune curiosità riguardanti le auto da Rally, tuttavia a renderlo emozionante, non sono solo le caratteristiche delle auto, ma soprattutto l’ebbrezza della velocità, i paesaggi e le difficoltà durante le gare.

 

Ultima modifica: 13 maggio 2020