Aston Martin: il motore V12 rimarrà in catalogo

668 0
668 0

Il motore V12 ha ancora molto da dire in casa Aston Martin. Lo ha confermato Tobias Moers, numero uno del marchio inglese, parlando con Autocar. A Moers è stato chiesto infatti se il V8 della nuovissima e potentissima Aston Martin DBX 707 potesse andare a sostituire il caro vecchio V12 delle DB11 o DBS: il numero uno dell’azienda ha escluso tale possibilità, dichiarando che il 12 cilindri ha ancora abbastanza potenziale tecnologico e di mercato per riuscire a rimanere come valida opzione per le future auto sportive Aston Martin.

“Il V12 del Vantage dimostra che c’è ancora spazio per un V12 nella futura generazione di auto sportive”, ha affermato Tobias Moers.

Per mantenere alti gli standard, si prevede che la nuova V12 Vantage utilizzerà un propulsore simile al V12 della Speedster, in grado di erogare fino a 700 cavalli di potenza e 752 Nm di coppia. La V12 Vantage è stata annunciata come un “canto del cigno” per la carriera del V12, ma le dichiarazioni di Moers sembrano smentire questa posizione, lasciando intendere che il potente motore a 12 cilindri manterrà ancora un ruolo importante nel programma di auto sportive future di Aston Martin.

Ultima modifica: 22 febbraio 2022