Aspark Owl: caparra da un milione di euro, non rimborsabile

508 0
508 0

La Aspark Owl è una hypercar che vuole stupire. Fin dalla presentazione allo scorso Salone di Francoforte quando furono annunciate prestazioni record per l’elettrica giapponese. Si parlò di un’accelerazione da 0-100 km/h in due secondi. Qualche tempo dopo si disse che il tempo era stato limato di un ulteriore decimo. A livello della Tesla Roadster, per intenderci.

Ora Aspark ha aperto gli ordini per la Owl, che sarà prodotta in edizione limitata a 50 esemplari. Per prenotarla bisogna versare una caparra da 1,15 milioni di dollari. Al cambio attuale poco più di un milione di euro. La notizia è che i clienti dovranno però andare sulla fiducia. Perché la caparra non è rimborsabile. Il costo della vettura si aggira sui 3,6 milioni di dollari (3,1 milioni di euro).

Le consegne non sono previste prima della metà del 2020. Nonostante questi prezzi e questi tempi, Aspark si dice fiduciosa di vendere tutti i 50 esemplari. Rispetto al concept e ai dati tecnici annunciati al debutto, la potenza della Owl è ulteriormente aumentata. Il concept aveva due motori elettrici per ogni asse in grado di produrre 436 cavalli. Ora Aspark sostiene che la Owl ha una potenza complessiva di 1.165 cavalli e una coppia di 885 Nm.

Grazie all’uso estensivo di fibra di carbonio, il peso sarebbe stato contenuto sotto i 1.500 kg. Con gomme slick da competizione, la Owl aveva accelerato da 0 a 100 km/h in 1″89 lo scorso febbraio. In assetto da strada, la Aspark sostiene possa farcela in 1″99. La velocità massima è di 280 km/h, l’autonomia di 300 km.

Ultima modifica: 9 ottobre 2018