In arrivo una Jeep “baby”, basata sulla Panda

5385 0
5385 0

Al momento sono solo voci, ma abbastanza sicure. Come riporta Automotive News Europe, Mike Manley, amministratore delegato di Jeep, ha confermato la volontà di FCA di realizzare una versione rimpicciolita di Jeep Renegade (circa 40 centimetri più corta).

JEEP “BABY” PER L’EUROPA E I MERCATI CHE PREFERISCONO LE COMPATTE

L’idea è quella di aumentare le vendite in Europa e in quei mercati internazionali che hanno qualche problema con i grandi SUV e i veicoli più grossi, dettati dai gusti della clientela e dalle infrastrutture inadeguate.

LA PRODUZIONE IN ITALIA, A POMIGLIANO

La Jeep “baby”, con ogni probabilità, verrà assemblata nello stabilimento di Pomigliano, dove adesso vengono prodotte le Panda. E proprio sulla FCA Mini Platform, ossia la piattaforma della più venduta utilitaria d’Italia (ma anche di 500 e Lancia Ypsilon), si baserà il nuovo modello Jeep.

Non è dato ancora sapere quando inizieranno i lavori sul nuovo modello Jeep. Si sa comunque che in FCA ci stanno già pensando dall’inizio del 2017, da quando Marchionne annunciò lo spostamento della produzione della Panda da Pomigliano allo stabilimento polacco di Tichy (fra il 2019 e il 2020), rassicurando sul fatto che l’impianto partenopeo sarebbe diventato sede di un altro tipo di modello capace di mantenere alti i volumi di produzione (e quindi di occupazione).

Ultima modifica: 25 gennaio 2018