Andrea Iannone: la carriera del grande pilota di moto

264 0
264 0

Andrea Iannone è un grande pilota motociclistico italiano. Eccone la carriera, i traguardi e le prospettive future.

Andrea Iannone è nato a Vasto il 9 agosto del 1989. La sua carriera inizia da giovanissimo; a 15 anni nel 2004, prende per la prima volta parte al campionato italiano Velocità e al campionato spagnolo Velocità. Nello stesso anno il pilota prenderà parte ad altre competizioni, sia a livello nazionale che  internazionale. Sempre nel 2004 il giovane Iannone era in sella di una Aprilia messagli, a disposizione del team Abruzzo Junior.

Ecco la carriera di Andrea Iannone dagli esordi, fino a tutte le prospettive future della giovane promessa del motociclismo.

Esordio Andrea Iannone

 

Dopo la prima esperienza nell’anno 2004 in alcuni campionati nazionali ed internazionali, il giovane Iannone esordisce nell’anno 2005, per la prima volta nel campionato motomondiale classe 125. La moto guidata al debutto era sempre un’Aprilia resa nota ufficialmente al Gran Premio di Spagna. La prima esperienza di Andrea Iannone nel motomondiale classe 125 si conclude con un piazzamento al ventesimo posto, totalizzando complessivamente 20 punti; il miglior piazzamento saarà un ottimo decimo posto al Gran Premio di Turchia.

Dopo la prima esperienza ad un motomondiale nel 2006, Andrea Iannone continua a correre con Aprilia una RS 125 R, del team Campetella Racing Junior; il suo compagno di squadra di quella stagione è il pilota Simone Grotskyj. Al termine della seconda stagione, Iannone si piazza al ventiduesimo posto della classifica generale, totalizzando 15 punti. Tuttavia, nel corso della stagione 2006, dopo il Gran Premio di Germania, Iannone viene liquidato dal team, passando, a partire del Gran Premio della Malesia, a correre per il tema WTR Blauer Usa. Nel corso dello stesso Gran Premio della Malesia, subisce un infortunio che gli fa terminare la stagione in anticipo.

Nella stagione 2007 Andrea Iannone torna in pista dopo l’infortunio in sella ad una moto della casa di Noale, sempre per il WTR Team. Nella stagione 2007 il suo compagno di squadra è il pilota Stefano Bianco. Iannone termina la stagione con un piazzamento al ventesimo posto, totalizzando complessivamente ventisei punti nella classifica generale; il miglior piazzamento della stagione sarà il nono posto del Gran Premio di Turchia.

Carriera Andrea Iannone

 

Con la stagione 2008, Iannone si trasferisce all’I.C. Team di Fiorenzo Caponera; nel team inizia a gareggiare con il nuovo compagno Michael Ranseder e il giapponese Takaaki Nakagami. Nella stagione 2008 Iannone consegue la vittoria della sua prima gara in carriera, nel Gran Premio di Cina. Nel corso della prima vittoria ad una gara, Iannone lottò duramente con il campione del mondo in carica Gabor Talmacsi; in quella occasione l’asfalto della pista cinese era particolarmente viscido a causa delle forti precipitazioni.

Nello stesso anno Iannone consegue la sua prima pole position nel Gran premio di Malesia. La stagione 2008 si conclude con un buon piazzamento al decimo posto nella classifica generale, totalizzando 106 punti complessivi. Diventa così il secondo italiano nella classifica 2008 dopo il pilota Simone Corsi.

Nella stagione 2009 il pilota rimane nelle fila del team della passata stagione – il team cambia tuttavia nome in Ongetta I.S.P.A. I compagni di squadra di Iannone della stagione 2009 sono Lorenzo Zanetti, Takaaki Nakagami, e Jonas Folger. Entusiasmante la prima vittoria stagionale in Qatar. Numerosi i successi nel corso della stagione che si conclude con un piazzamento al settimo posto, totalizzando 125,5 punti.

Andrea Iannone passa a partire dalla stagione 2010 in Moto 2, con la SpeedUp di Luca Boscoscuro. Il compagno di squadra del team è, all’esordio di Iannone in Moto 2, Gabor Talmacsi. Nella prima stagione in Moto 2 Iannone ottiene importanti vittorie in Italia, Paesi Bassi e Aragona. La stagione termina con un importante piazzamento al terzo posto, totalizzando complessivamente 199 punti. Nella successiva stagione Moto 2 del 2011, Iannone guida una Suter MMXI, del tema speed master; in questa stagione ottiene tre importanti vittorie, piazzandosi al terzo posto con 177 punti. Nella stagione 2012 continua a correre nello stesso team, guidando sempre una SpeedUp. Nello stesso anno ottiene due vittorie in Catalogna e in Italia, piazzandosi sempre al terzo posto, totalizzando complessivamente 194 punti.

Prospettive future per Andrea Iannone

 

Dopo le tre importanti stagioni in Moto 2, Andrea Iannone esordisce in Moto Gp nell’anno 2013. All’esordio, il pilota si mette in sella di una Ducati Desmosedici del team Pramac Racing. Il compagno di squadra della stagione 2013 è Ben Spies. In questa prima stagione Moto Gp il pilota si piazza nella classifica generale al dodicesimo posto, con 57 punti ottenuti.

Nel 2014 prosegue la carriera in Moto Gp di Iannone sempre nello stesso team, con il compagno di squadra Yonny Hernandez. Il piazzamento nella classifica finale, sarà un buon decimo posto, con 102 punti totalizzati complessivamente. Nel 2015 Iannone è passato ufficialmente al team Ducati, con il prestigioso compagno di squadra Dovizioso. Al Gran premio del Qatar ottiene il suo primo podio in Moto Gp, con un ottimo terzo posto. Iannone chiuderà la stagione con un ottimo quinto posto, totalizzando 188 punti.

Nel 2016 la stagione non è positiva come nel 2015; Iannone chiude al nono posto, con un totale di 112 punti. Il 19 maggio 2016 il pilota firma un contratto con la Suzuki per la stagione 2017. Il nuovo compagno di squadra della avventura Suzuki è Alex Rins, proveniente dalla categoria Moto 2. Nella stagione 2017 il miglior piazzamento sarà un quarto posto in Giappone, terminando la stagione con la posizione al tredicesimo posto, con 70 punti totalizzati.

Nella stagione Moto Gp 2018, sempre in sella alla Suzuki, Andrea Iannone ottiene un duplice terzo posto al Gran Premio di Spagna e al Gran Premio delle Americhe. Questo piazzamento fa ben sperare per il futuro del pilota, determinato più che mai a quella che potrebbe essere un’importante stagione per la definitiva affermazione del motociclista nelle posizioni alte della classifica del Moto Gp. Iannone è alla ricerca della stagione della svolta, che potrebbe definitivamente garantire l’affermazione del pilota tra i giganti della Moto Gp.

Recentemente il pilota è diventato un personaggio al centro delle vicende del gossip e della cronaca rosa per la relazione sentimentale con la famosa show girl argentina Belen Rodríguez. I rotocalchi italiani in questi ultimi mesi si sono molto concentrati sulla love story tra il pilota di Moto Gp e la bella argentina.

Ultima modifica: 22 maggio 2018