Anatomia della Velocità, mostra temporanea di Ducati

442 0
442 0

Anatomia della Velocità è la terza mostra temporanea Ducati, da oggi curata e ospitata dal Museo Ducati fino all’8 ottobre 2019.

L’esposizione racconta di come l’aerodinamica sia una componente fondamentale alla base del concetto di performance attraverso il quale Ducati esprime la propria eccellenza. Il percorso della mostra parte dal concetto di aerodinamica secondo Ducati, per poi concentrarsi sugli studi e le soluzioni sviluppate negli anni in ambito racing.

Anatomia della Velocità, mostra temporanea di Ducati 1

Il racconto prende vita attraverso foto, video, pannelli e proiezioni, che contornano e interagiscono con l’esclusiva esposizione di due carene utilizzate da Ducati nei Campionati MotoGP 2015 e 2017 e della Ducati Desmosedici GP16.

Realizzata con il contributo e il know-how tecnico di Ducati Corse, “Anatomia della Velocità” ha aperto i battenti alla presenza dei piloti MotoGP del team Mission Winnow Ducati, Andrea Dovizioso, Danilo Petrucci e Michele Pirro, i quali hanno tagliato il nastro insieme a Claudio Domenicali, Amministratore Delegato Ducati, Luigi Dall’Igna, Direttore Generale Ducati Corse, Edoardo Lenoci, Responsabile Sviluppo Aerodinamico e Alessandro Valia, Tester Ufficiale Ducati.

Le parole di Claudio Domenicali, AD Ducati

“Sono veramente orgoglioso di poter inaugurare la terza mostra temporanea del Museo Ducati: l’aerodinamica rende le moto magiche. Con questa esposizione vogliamo coinvolgere anche gli appassionati in un processo di trasferimento di conoscenze tra corse e prodotto che da sempre è parte del nostro DNAIl nostro impegno è rivolto a rendere le Ducati sempre più tecnologiche, performanti, divertenti e sicure, e l’aerodinamica ricopre un ruolo sempre più rilevante. La Panigale V4 R è l’esempio lampante di questa nostra filosofia”. 

“L’aerodinamica è sicuramente uno degli ambiti in cui Ducati Corse è più all’avanguardia rispetto agli altri costruttori – ha commentato Luigi Dall’Igna, Direttore Generale Ducati Corse. – È uno dei campi di sviluppo in cui puntiamo di più, con l’obiettivo di raggiungere risultati sempre migliori in futuro”.

Un prezioso contributo per la realizzazione della mostra è stato fornito dagli amici e partner tecnologici della MotoGP: Lenovo, NetApp, UnipolSai, Riello, Brembo, Cima e VarGroup.

L’esposizione temporanea “Anatomia della Velocità” rimane visitabile, al prezzo del biglietto d’ingresso al Museo Ducati. Informazioni sulle tariffe e gli orari del Museo sono disponibili sulla pagina dedicata.

Ultima modifica: 30 maggio 2019

In questo articolo