Programma rally R.A.A.B, percorso modificato ma ispirato alla tradizione

331 0
331 0

Sino a venerdì 21 giugno, sarà possibile iscriversi al 31° Rally R.A.A.B. “Moderno”, il RALLY ALTO APPENNINO BOLOGNESE, valido per la Coppa Rally di Zona e per la Michelin Rally Cup, in calendario per il 29 e 30 giugno.

Sarà un rally, rispetto all’edizione 2018, che EventStyle, l’organizzatore, ha in ampia parte rivisitato, con importanti modifiche soprattutto alla logistica ma che toccheranno anche il tracciato di gara. Ciò per proseguire a dare valore ad una gara dalla grande tradizione motoristica, tra le più avvincenti in Italia.

Il Quartier Generale dell’evento tornerà a Porretta Terme, alle terme, la partenza e l’arrivo saranno ubicate in Piazza Libertà mentre il percorso rispecchierà diversi caratteri dell’edizione 2017. Per quanto riguarda il percorso di gara, non verranno fatte correre le prove “Gaggio”, “Sparvo” e “Traserra”, ma si correrà sulle “Castel di Casio” (Km. 7,430), “Baigno” (Km. 5,600) e “Bombiana” (Km. 12,020), nomi della più viva e forte tradizione dei rallies emiliani e nazionali, molto conosciuti ed apprezzati nel tempo. Tre “piesse” da ripetere tre volte, un totale quindi di nove sfide cronometrate per una distanza competitiva di 75,150 chilometri, sui complessivi 221,920.

PROVA SPECIALE NO.  1- 4 – 7 “CASTEL DI CASIO” (KM. 7,430)

Una prova completa, molto tecnica ed impegnativa. Una di quelle che hanno fatto la storia del RAAB. E’ rimasta invariata rispetto alla passata edizione, siamo di fronte ad una prova di assoluto livello tecnico, completa e con un buon fondo stradale. Partenza in salita, i primi tre chilometri fino al bivio di Lizzo si presentano veloci su strada ampia dal grip importante.

Una salita che sale anche dolcemente, ricca di curve anche impegnative e tornanti altamente spettacolari. Questo, sino all’inversione sinistra del bivio di Lizzo, dove la prova sta per concludere il suo tratto in salita per buttarsi in discesa sino al termine suo sviluppo. Segue poi la lunga discesa, molto impegnativa, dove la strada diventa più stretta e più sconnessa. Una discesa che alterna pure tratti veloci (con alcuni “taglioni” dove sarà possibile trovarla anche sporca), a tratti più lenti con tornanti e curve strette molto impegnative.

Diversi sono gli accessi alla prova e moltissimi i tratti altamente spettacolari. Il primo di essi conduce ad un paio di chilometri dalla partenza e si prende da Porretta Terme in direzione Casola: proseguendo si arriva direttamente in prova, da lì se si sale a piedi per circa 500 metri si vede un bellissimo passaggio che termina con un tornante sinistro assai spettacolare. Da questo accesso verso inizio prova speciale c’è la possibilità di vedere alcuni tornanti molto belli. Altro accesso porta allo scollinamento della prova dove la strada si butta in discesa e questo è raggiungibile dall’abitato di Castel di Casio, seguendo le indicazioni per Pieve di Casio.

Da questo accesso, proseguendo a piedi a piedi verso il fine prova per duecento metri, si trovano tornanti spettacolari ed anche tratti veloci con grossi “tagli”. Da qui al fine prova non ci sono altri accessi in prova se non il fine prova stesso, dove proprio nel finale propone un bel “tornantone sinistro” che sicuramente sarà spettacolare.

PROVA SPECIALE NO.  2 – 5 – 8 “BAIGNO” (KM. 5,600)

Altra “classicissima” del RAAB è la prova di Baigno, quest’anno proposta in veste classica rispetto le passate edizioni. Partenza poco fuori l’abitato di Bargi, la prova si snoda lungo la campagna camugnanese fino all’abitato di Baigno, per poi iniziare il tratto finale in salita che porta al Passo dello Zanchetto dove è posto il fine prova. Molto tecnica, per cuori forti, asfalto in perfette condizioni su strada larga ma molto guidata e impegnativa, su questa prova la guida conta molto e si raggiungono velocità molto elevate in alcuni tratti.

Partenza in falsopiano molto veloce fino all’abitato di Baigno, molto spettacolare ed impegnativo il tratto nel centro del paese di Baigno, molto bello da vedere per poter osservare le macchine sfrecciare fra le impegnative curve veloci dell’abitato. Tra l’altro, qui vi è la possibilità di osservare le macchine per un lungo tratto di prova oltre che potersi rinfrancare con un ristoro. Qui è fissato il primo innesto esterno alla prova, che si prende da Suviana seguendo le indicazioni per Costozza e proseguendo fino a Baigno, arrivando proprio in centro al paese.

La prova prosegue sempre molto bella e veloce fino all’abitato di Barceda, dove inizia leggermente a salire: qui è posto il secondo ed ultimo accesso esterno alla prova che si prende sempre da Suviana, seguendo le indicazioni per Costozza e poi per Barceda. Anche qui c’è un bel tratto da vedere, con le macchine che sfrecciano fra l’abitato di Barceda.

Da qui la prova inizia leggermente a salire per il tratto finale. L’impegno si conclude con l’ultimo chilometro tutto in salita con un paio di tornanti in salita molto belli e un “taglione” . . . “esagerato” verso il fine prova, dove le macchine vanno fuori con quasi tutte e quattro le ruote. Il fine prova è facilmente raggiungibile sia da Camugnano che da Castiglione dei Pepoli e c’è grande possibilità di parcheggio, facendo pochi passi a piedi si possono vedere alcuni tratti molto spettacolari. l’ultimo chilometro, dalla vetta del passo è visibile praticamente quasi tutto. 

PROVA SPECIALE NO.  3 – 6 – 9 “BOMBIANA” (KM. 12,020)

Siamo di fronte alla prova speciale che ha deciso praticamente tutte le ultime edizioni del RAAB. Prova per cuori forti anche questa, molto tecnica ed assai impegnativa, torna agli albori, sarà più percorsa nel verso di marcia classico. La partenza è posta nei pressi dell’abitato di Molinaccio e si snoda in salita in direzione Bombiana. I primi quattro chilometri sono tutti in salita su strada abbastanza stretta e sconnessa, dove lunghi tratti veloci si alternano a stretti tornanti fino alla spettacolare inversione sinistra in salita, dove è posto un innesto in prova.

Questa inversione è raggiungibile da Marano seguendo per Pietracolora e svoltando poi a sinistra con indicazione per Bombiana. La prova sale fino allo scollinamento dove un chilometro circa di falsopiano molto sconnesso porta le vetture a buttarsi nella lunga discesa finale. Discesa tosta, sconnessa e “tremendamente” impegnativa. Qui, negli anni passati si è deciso il rally. La discesa arriva all’abitato di Bombiana e affrontando la celebre e spettacolare inversione sinistra si butta letteralmente verso il fine prova.

L’inversione di Bombiana è raggiungibile dall’abitato di Gaggio Montano, seguendo le indicazioni per Bombiana. I chilometri finali sono tutti in discesa. Dconnessa e non larghissima, con lunghi tratti dritti. Che si alternano a tornanti e curve impegnative sino agli ultimi metri di sfida. Dove un folto pubblico, specie nei due ultimi tornanti, si dà sempre appuntamento per ammirare le vetture in gara.

Due i riordinamenti che faranno da intervallo alle prove, entrambi a Gaggio Montano in Piazza Brasa, mentre la zona assistenza è stata prevista nelle ampie aree dello stabilimento Saeco-Philips.

PROGRAMMA DI GARA

Venerdi 21 Giugno

Chiusura iscrizioni

Sabato 22 Giugno

9.00-13.00 Consegna road-book – Bar Capannina, Via Roma 137, Gaggio Montano (BO)

9.30/12.00 – 15.00/19.00 Ricognizioni del percorso

Sabato 29 Giugno

9.00-12.00 Consegna road-book – c/o Direzione Gara, presso Terme, Via Roma 5 Porretta Terme (BO)

9.30-18.00 Ricognizioni del percorso

11.30/12.30 Verifiche Sportive e distribuzione numeri di gara –

c/o Direzione Gara (sessione riservata iscritti Shakedown)

12.30-16.00 Verifiche Sportive e distribuzione numeri di gara – c/o Direzione Gara

12.00/13.00 Verifiche Tecniche (sessione riservata iscritti Shakedown) – Terme, Via Roma 5, Porretta Terme (BO)

13.00/16.30 Verifiche Tecniche – c/o Terme, Via Roma 5, Porretta Terme (BO)

14.00/17.00 Shakedown all’interno del percorso della P.S. “Bombiana”

17.00 Pubblicazione elenco verificati ammessi alla partenza e ordine di partenza

18.30 Briefing col Direttore di Gara

Domenica 30 Giugno

8.30 Partenza prima vettura – Piazza della Libertà – Porretta Terme (BO)

17.15 Pubblicazione lista vetture in verifica

17.30 Arrivo prima vettura e premiazione sul palco d’arrivo – Piazza della Libertà – Porretta Terme (BO)

18.00 Esposizione classifiche finali

Lo scorso anno gara avvincente, il RAAB” che partì non appena arrivò il rally storico. La vittoria andò alla Peugeot 208 T16 R5 del reggiano Roberto Vellani, in coppia con Castiglioni. Decondo arrivò Simone Brusori con alle note Carrugi (Peugeot 208 T16 R5). R terzo si piazzò il còrso Alerini, con Barichella, su una Ford Fiesta R5.

Ultima modifica: 12 giugno 2019