Addio 991, la Porsche 911 della serie del 2011 esce di produzione

762 0
762 0

Addio 991, la serie uscente dell’iconica Porsche 911 ha lasciato le linee di produzione del suo ultimo esemplare. Fine di una generazione, nata nel 2011 e ora sostituita dalla Serie 992.

Leggi anche: Porsche 911 serie 992, la prova su strada di QN Motori

La 911 serie 991 otto anni fa si presento con il 90% dei componenti rinnovati. Con l’obiettivo di sempre: rendere speciale come sempre la “noveundici“. Migliore ma senza perdere l’anima, come l’antenata del 1963.

Non ha caso la serie 991 è stata la più venduta tra tutte le 911, con 233.540 unità prodotte.

Salutata con ammirazione da Michael Steiner, Responsabile Ricerca & Sviluppo del Marchio

Porsche rappresenta al contempo tradizione e innovazione, un connubio che si ritrova espresso al meglio proprio nella sportiva che è anche il cuore del Marchio, la 911. La 911 ha sostituito la 356 nel 1963 e nei decenni successivi il nostro modello con motore posteriore è diventato una vettura sportiva iconica e ineguagliata. È stata in particolare la generazione 991 a stabilire nuovi standard per quanto riguarda prestazioni, maneggevolezza ed efficienza. Mi riempie di orgoglio, ma un po’ anche di tristezza, doverla ‘mandare in pensione’. Per quanto mi riguarda, posso affermare che la 991 è stata fonte di grandi gioie.”

L’ultimo esemplare è ora uscito dalle linee di produzione è 911 Speedster, sublimazione della sportività. Spinta dal 4 litri boxer a 6 cilindri, un aspirato classico che eroga ben 510 cavalli. Un flat six vecchia maniera.

La potenza di picco viene raggiunta a 8.400 giri, con il regime massimo del motore a 9.000 giri. E’ stata realizzata in 1.948 esemplari, in omaggio all’esordio di Porsche 356, il primo modello della Casa.

 

Ultima modifica: 27 dicembre 2019

In questo articolo