AC Cobra: il ritorno di un mito inglese, anche elettrica

322 0
322 0

AC Cars, uno dei più iconici marchi automobilisti inglesi, ha deciso di far rinascere la mitica roadster AC Cobra del 1962, in due serie speciali in edizione limitata, di cui una total electric.

Leggi anche: Aston Martin converte in elettrica una DB6 del 1970

La AC Cobra Series 1 Electric (questo il nome dell’elettrica) è dunque la vera novità di questo progetto celebrativo. Esteticamente è identica all’originale Series 1 del 1962, ma è accessoriata con un motore elettrico da 308 cavalli, alimentato da un pacco batterie da 54 kWh. L’azienda promette un’autonomia di 150 miglia (circa 240 chilometri) con una ricarica e una velocità massima di 120 miglia orarie (193 km/h). Il peso è stato mantenuto basso (circa 1250 chili) grazie all’utilizzo di materiali compositi.

Fra le novità della AC Cobra elettrica citiamo anche miglioramenti allo sterzo e ai freni, in modo tale da “fornire standar 2020 di guida e maneggevolezza, senza compromettere lo stile e il fascino del 1962”.

L’altra versione speciale si chiama invece AC Cobra 140 Charter Edition. Anche in questo caso alla vista appare uguale all’originale degli anni Sessanta, ma utilizza un motore turbo preso in prestito dalla Ford Mustang, un quattro cilindri da 2,3 litri in grado di erogare 350 cavalli di potenza.

I prezzi delle nuove AC Cobra: 138mila sterline (152mila euro) per AC Cobra Series 1 Electric e 85mila sterline (94mila euro) per la Charter Edition. Entrambe verranno prodotte in soli 58 esemplari, come gli anni di carriera della AC Cobra.

Ultima modifica: 1 luglio 2020