8 delle Langhe 2019, tutto pronto per il Trofeo Dario Sebaste

141 0
141 0

Mancano meno di due mesi all’inizio della quarta edizione dell’8 delle Langhe – Trofeo Dario Sebaste, che prenderà il via giovedì 29 agosto e terminerà domenica 1° settembre. Anche per il 2019 sono confermate quattro tappe, una per ogni giorno, ognuna della lunghezza di circa 200 chilometri, con partenza e arrivo sempre a Cherasco.

L’8 delle Langhe si presenta per il quarto anno di fila come una manifestazione di regolarità in una delle zone più belle del mondo: il territorio UNESCO Langhe e Roero. Dal centro di Cherasco, in provincia di Cuneo, partiranno sessanta motociclette di altissimo valore storico guidate da piloti selezionati e provenienti da tutta Europa determinati a vincere un Trofeo in cui la precisione è fondamentale.

Il percorso 2019 prenderà la direzione del mare già nel primo giorno dell’evento. La mattina di giovedì 29 agosto il Controllo Timbro è previsto a Calizzano, a cui segue il pranzo a Verezzi dove ci sarà anche il Controllo Orario. Nel pomeriggio, poi, la carovana di motociclette storiche si sposterà verso Paroldo dove affronterà l’ultimo CO. Per finire a Cherasco avrà luogo la Prova Speciale.
La mattina del venerdì 30 agosto si ripartirà verso la montagna, con la prima sosta a Battifollo per il Controllo Timbro, il pranzo a Frabosa Soprana con annesso Controllo Orario e il pomeriggio a Vicoforte con un secondo Controllo Orario. Chiuderà la giornata la Prova Speciale nella pista ALPI MARITTIME a Salmour.

Sabato 31 agosto la manifestazione entrerà nel cuore delle Langhe, con la tradizionale Prova Speciale a Gallo Grinzane all’ora di pranzo all’interno dello stabilimento Sebaste. Qui verrà anche messa in moto una delle Moto Guzzi storiche della incredibile collezione Dario Sebaste. La giornata si concluderà con la sosta pomeridiana a Camo.

Domenica 1° settembre, infine, tutte le motociclette faranno una sosta mattutina a Sommariva del Bosco per l’ultimo Controllo Orario, per poi spostarsi a Cherasco per le premiazioni. Durante ogni tappa sono previste soste di elevata qualità a tema eno- gastronomico in località selezionate e le Prove Speciali saranno a cura dell’Associazione Cronometristi Italiani.

LA MANIFESTAZIONE
Sono previsti Controlli Orari e Prove Speciali durante il percorso, con una media imposta di 30 km/h. Tutte le motociclette ammesse alla manifestazione sono costruite prima del 1980. Quest’anno, visto il grandissimo successo e le moltissime richieste pervenute, la finestra delle iscrizioni per candidare le moto all’edizione 2019 è stata chiusa dopo soli 10 giorni, raggiungendo la quota 60 partecipanti in sole 20 ore. Le moto che parteciperanno saranno suddivise in tre categorie: Sidecar, Moto fino a 350cc, Moto oltre i 350cc.

L’evento potrà essere seguito in diretta sui social e, novità di quest’anno, i concorrenti saranno tracciati tramite degli speciali dispositivi. In tal modo la loro posizione sarà visibile in tempo reale su una mappa visitabile sul sito e sui social. Così facendo si darà la possibilità agli appassionati di assistere al passaggio della carovana nelle varie località che verranno attraversate.

I CONCORRENTI E LE MOTO

All’edizione 2019 dell’8 delle Langhe parteciperanno 60 piloti su altrettante motociclette provenienti da tutta Europa. Sono 6 nazionalità rappresentate dai concorrenti e 23 i marchi di moto. Questa la lista completa: Aermacchi, B.S.A., BMW, Condor, Cotton, Gilera, Harley Davidson, Honda, Itom, Kreidler, Laverda, Mival, Moto Guzzi, Moto Morini, Motobi, Motosacoche, MV Agusta, Norton, Parilla, Seeley Norton, Sertum, Velocette, Vincent.
Una concentrazione di mezzi e piloti che riporta all’origine dell’8 delle Langhe e del suo Trofeo che è dedicato a Dario Sebaste, imprenditore piemontese e fondatore dell’omonima azienda dolciaria, che è scomparso nel 2016 e che ha lasciato in eredità alla sua famiglia una delle più grandi collezioni private di Moto Guzzi del mondo.

GLI SPONSOR e LE PARTNERSHIP
Il Main Sponsor dell’edizione 2019 dell’8 delle Langhe è Bereve Watches, prestigioso marchio svizzero di orologeria. I Gold Sponsor sono Big Promotion, Centro Grafico di Castiglione Falletto, Delizie Bakery e Sistemi Alba.
Media partner dell’8 delle Langhe 2019 sono Moto.it e Radio Alba, mentre Moto Guzzi metterà a disposizione alcuni esemplari della nuova V 85 TT che saranno utilizzati dallo staff dell’8 delle Langhe, ma saranno anche a disposizione dei concorrenti che le vorranno provare.

LA STORIA

Nel 1928 si disputava una corsa motociclistica con partenza e arrivo ad Alba che attraversava tutte le Langhe. La gara prevedeva un percorso diviso in 8 tappe, da cui il nome “8 delle Langhe” e ogni tappa iniziava e finiva ad Alba. I concorrenti erano piloti emergenti o, come accadeva spesso in quegli anni, improvvisati, bastava avere una moto e un buon meccanico per puntare alla vittoria. L’ 8 delle Langhe, però, non basava la sua classifica unicamente sulla velocità, perché c’erano delle prove di abilità: smontare e rimontare un carburatore, sostituire uno pneumatico o cambiare il filo dell’acceleratore. Così molti meccanici si iscrivevano, elaboravano le proprie moto e ambivano a un buon piazzamento. L’8 delle Langhe si disputò fino al 1948, fino a quando “la malora”, descritta da Fenoglio, ridimensionò le ambizioni di tanti aspiranti piloti.

IL CLUB ORGANIZZATORE

Tredici appassionati, amici prima di tutto, hanno fondato 25 anni fa un club per la salvaguardia e la diffusione del collezionismo di moto d’epoca nella loro terra, il Roero. Gli “Amici Vecchie Moto” nascono con Giovanni Chiavazza alla presidenza, poi con Adriano Marcomini e con l’attuale presidente Maurizio Agosto. La voglia di organizzare un raduno nel Roero, con epicentro a Sommariva Bosco ha portato alla creazione del trofeo “Il Podio”, che si snoda nelle colline del Roero. Gli “Amici” partecipano assiduamente e con ottimi risultati alle grandi classiche e hanno aderito con entusiasmo all’organizzazione dell’8 delle Langhe. Un supporto importante arriva anche dal “Club Ruote d’Epoca” di Cherasco che coordina la logistica della manifestazione nella città di Cherasco.

Ultima modifica: 12 luglio 2019

In questo articolo