Aston Martin Valkyrie AMR Pro, la versione da pista della hypercar inglese

586 0
586 0

Pubblicati i primi bozzetti della versione da pista della tanto chiacchierata hypercar Aston Martin, realizzata con la collaborazione del team di Formula 1 Red Bull Racing. Si chiama Aston Martin Valkyrie AMR Pro e, sulla carta, promette prestazioni da Formula 1 o da LMP1 (Le Mans Prototype).

ESTETICA RITOCCATA

Le differenze più evidenti rispetto al modello stradale si individuano nell’estetica esterna, profondamente ritoccata per ottimizzare l’aerodinamica. Spiccano le grandi appendici anteriori e posteriori, che consentono di incanalare meglio i flussi d’aria, riducendo l’attrito e migliorando la deportanza.

Anche all’interno, nonostante non ci siano ancora immagini, sono stati eliminati alcuni elementi superflui in pista, come per esempio la strumentazione per l’infotainment.

PIÙ LEGGERA

Ampio l’uso di materiali leggeri, come fibra di carbonio o policarbonato (per il parabrezza), in modo da limare il peso alla vettura. La Aston Martin Valkyrie AMR Pro è spinta dallo stesso propulsore V12 della versione da strada, ma, grazie a tutti gli accorgimenti su aerodinamica e peso, promette ancora più potenza, velocità e prestazioni. Secondo le prime simulazioni fatte dai tecnici Aston Martin, la supercar dovrebbe poter superare la barriera dei 400 km/h e raggiungere livelli di forza trasversale in curva intorno ai 3,3g (le monoposto di Formula 1 arrivano a 4,5g).

La Aston Martin Valkyrie AMR Pro verrà prodotta in soli 25 esemplari e le prime consegne sono previste per il 2019. Non si conosce il prezzo, ma ormai tutto lo stock è già stato venduto.

Ultima modifica: 16 novembre 2017

In questo articolo