Sparco, la collezione 2019. Innovazione, tecnologia e “pezzi” speciali

381 0
381 0

Dalla nuova gamma di tute di ultima generazione “Competition” al nuovo progetto di customizzazione “Infinity” per tutti i prodotti di abbigliamento racing, dai sedili QRT realizzati con la tecnologia aerospaziale fino alle cinture ultraleggere “Prime” e al sistema di telemetria “Trackmate”, Sparco presenta la collezione di prodotti 2019. Nata da oltre 40 anni di esperienza al fianco dei campioni del motorsport, è stata svelata in anteprima al Monza Rally Show del 7 al 9 dicembre.

La collezione 2019 di Sparco ha due motivi principali. L’innovazione ed il progresso tecnologico nell’equipaggiamento di sicurezza racing.

In mostra, accanto alle foto storiche e ai primi sistemi di protezione e ai sedili firmati Sparco, anche una rassegna di 35 tute indossate dagli Anni Ottanta ad oggi da piloti che hanno fatto la Storia del Campionato del mondo di Rally come Juha Kankkunen, Carlos Sainz, Sébastien Loeb e Sébastien Ogier, in un percorso che parte dal passato, si snoda nel presente e sfreccia verso il futuro fino ad arrivare alle più recenti produzioni. 

Per l’occasione saranno anche esposte la Lancia Delta Integrale Martini Racing di Miki Biasion, trionfatrice nel mondiale WRC 1988, una Delta S4 e – a sottolineare ancora una volta il filo conduttore dell’evento – non mancherà la Citroen C3 WRC con cui Sébastian Loeb ha dominato l’ultimo Rally di Catalunya ad ottobre.

Back to the future

Durante l’inaugurazione di Back to the future, Miki Biasion ha festeggiato insieme a Sparco il trentennale della vittoria del campionato del mondo Rally, mostrando personalmente al pubblico la tuta “Miki 30 e lode”, edizione celebrativa dell’originale tuta con livrea Martini Racing, che verrà prodotta in soli 30 esemplari numerati ed autografati. Sarà Harri Toivonen, invece, a svelare nuovamente agli appassionati la celeberrima tuta Sparco indossata dal fratello Henri nel Rally di Monte Carlo vinto nel 1986, pochi mesi prima della sua scomparsa. 

Ultima modifica: 10 dicembre 2018

In questo articolo