Sparco ad Automotoracing, il Salone delle corse e delle alte prestazioni

628 0
628 0

Sparco ad Automotoracing. Torino e il mondo dell’auto sono da sempre legati da un binomio indissolubile e proprio nella città simbolo delle quattro ruote tornano fino a domenica 3 febbraio Automotoracing e Automotoretrò, i due saloni dedicati al mondo delle corse automobilistiche e delle alte prestazioni e ai veicoli d’epoca che si svolgono ogni anno in contemporanea all’Oval e al Lingotto Fiere.

Per la prima volta Automotoracing avrà tra i suoi sponsor Sparco, eccellenza riconosciuta a livello globale nella progettazione e produzione di equipaggiamento tecnico e accessori per il Motorsport, che porta in fiera un’esperienza lunga oltre 40 anni al fianco dei campioni più blasonati.

Nello stand H7 la multinazionale svelerà l’innovazione e l’anima tecnologica dei nuovi prodotti. In primo piano, la gamma di sedili racing QRT, i più leggeri e resistenti al mondo, realizzati grazie al processo Quick Resin Technology che consente di produrre scocche in vetroresina all’avanguardia, riducendo fino al 30% il peso complessivo e migliorando fitting e sicurezza.

La tecnologia inventata e industrializzata in Sparco, che ha richiesto quattro anni di sviluppo ed è in parte di derivazione aerospaziale, consente infatti di gestire al meglio le caratteristiche delle resine velocizzando l’intero processo di costruzione e consentendo livelli di precisione e uniformità nella realizzazione delle scocche mai raggiunte prima.

Sarà poi presentata la tuta Competition+ che, grazie alle tecnologie di ultima generazione, eleva stile e comfort ad un livello superiore, presentando un design del tutto rinnovato, pulito e lineare, che dona slancio ed enfatizza la figura di chiunque indossi la tuta, garantendo al tempo stesso la massima sicurezza. È realizzata con un compound tre strati con un peso medio di circa 330 gr/mq: un tessuto esterno morbido e leggero, resistente alle abrasioni, e due strati in maglia di cui la fodera in nido d’ape estremamente traspirante.

Ogni singolo dettaglio è stato attentamente studiato, dal pannello elasticizzato in maglia sulla schiena, che garantisce un miglior sostengo in posizione di guida e aumenta la concentrazione del pilota, al giro manica flottante, realizzato in morbida maglina elasticizzata che ne facilita il movimento, fino alla cerniera ultrasottile con doppio cursore e al tassello retro collo impreziosito da skid a ricamo.

L’assenza di trapuntature e l’utilizzo di cuciture sottili, riduce gli spessori, mentre le iconiche spalline a T, segno distintivo delle tute Sparco, donano una vestibilità dal fitting moderno. Inoltre, la personalizzazione raggiunge un nuovo livello con Custom Easy, strumento avanzato di configurazione delle tute racing che in pochi e semplici passaggi consente di scegliere tra quattro modelli (Competition, Superspeed, Prime e Sprint), undici soluzioni di design e un’ampia gamma di colori, loghi e ricami, per creare la propria tuta su misura, customizzata in ogni dettaglio.

Tra le novità ci sarà anche Trackmate, il nuovo dispositivo per la registrazione e analisi delle performance durante le giornate di pista. Pensato per un utilizzo veloce e intuitivo, semplice da installare e avviare, permette di visualizzare in real time il tempo sul giro, evidenziando intertempi e il distacco dal best lap.

Il sistema di telemetria user friendly senza fili, facilmente installabile su qualsiasi auto o kart, dialoga via WIFI e Bluetooth Low Energy con l’apposita app. A sessione terminata, si può poi rivedere la propria performance, analizzando le traiettorie, le velocità di percorrenza, le accelerazioni ed anche il miglior giro teorico. Sempre tramite applicazione, è possibile condividere su tutte le piattaforme social i risultati ottenuti.

Ad Automotoracing il pubblico avrà anche la possibilità di calarsi nei panni di un vero pilota per vivere – virtualmente – il sogno di sfrecciare a 300 km/orari su un circuito di Formula 1 a bordo di una delle monoposto più veloci di sempre. Dall’esperienza nel mondo racing nasce, infatti, la linea Gaming dedicata agli appassionati di eSport e ai piloti professionisti, la cui ricerca della prestazione sul tracciato parte sempre più spesso proprio davanti ad un simulatore.

Sparco ha messo in pista soluzioni innovative – dal cockpit Evolve-R al sedile QRT-V fino ai guanti gaming Hypergryp con polpastrelli “touch-sensitive” – sia per i gamer entry-level che per i giocatori più esperti, che il pubblico potrà provare proprio in fiera. Nelle giornate di venerdì 1 e sabato 2 febbraio, inoltre, dalle 15 alle 17, si potrà prendere parte all’esclusiva Driving Masterclass di Assetto Corsa Competizione, che svelerà i segreti della guida virtuale al volante di un simulatore all’avanguardia.

Dalla prima tuta in grado di resistere 20 secondi al fuoco ai primi sedili da corsa realizzati sul finire degli Anni Settanta, Sparco è da sempre un punto di riferimento per il mondo delle competizioni automobilistiche.

Il mito del passato

La grande eredità del passato sarà celebrata anche ad Automotoretrò, nello stand B11, con l’esposizione delle tute originali di Carlos Sainz del 1993, anno in cui corse con la Lancia Delta HF Integrale Repsol, di Colin McRae, indossata nel 2002 a bordo della Ford Focus Martini, e di Gigi Galli del 2008 con il team Stobart Ford su Focus RS WRC. Sarà, inoltre, mostrata al pubblico la tuta “Miki 30 e lode”, edizione celebrativa dell’originale con livrea Martini Racing indossata da Miki Biasion nel Campionato WRC ’88 e riprodotta da Sparco in occasione del trentennale della vittoria.

Ultima modifica: 1 febbraio 2019

In questo articolo