Sabelt, sedile per l’elettrica Jaguar I-Pace e la cintura Endurance LPM

269 0
269 0

Sabelt si arricchisce di due nuovi prodotti. L’azienda torinese per il nuovo anno presenta il Sedile GT-E, espressamente realizzato per essere montato sulla vettura elettrica Jaguar I-Pace. E la cintura LPM, pensata per un utilizzo nelle gare Endurance.

Sedile GT-E

Il nuovo Sedile GT-E è il primo sedile prodotto da Sabelt specificatamente studiato per la vettura elettrica Jaguar I-Pace. Derivato direttamente dal modello GT-625 utilizzato da Renault sulla vettura RS01, ha scocca super leggera in fibra di carbonio omologata Fia 8862-2009. E staffe di fissaggio in acciaio alto resistenziale che ancorano il sedile al pianale in maniera fissa. Concedendo però di regolare sia l’altezza sia l’inclinazione dello schienale. Il nuovo Sedile GT-E è dotato anche di impact absorber e di memory foam nelle zone più sollecitate, ha rivestimento ignifugo. Ed è impreziosito da cuciture e ricamo azzurri. Che ricordano il colore che anche Jaguar utilizza per caratterizzare i propri prodotti “green”.

Sabelt - Sedile GT-E

Cintura LPM

Sabelt, nel catalogo 2019, introduce anche la prima cintura di sicurezza studiata per le competizioni Endurance. La nuova Cintura LPM deriva dal modello utilizzato dalle scuderie GT in Europa e nel mondo. Già nella configurazione standard, la nuova Cintura LPM è ricca di accessori come le maniglie per facilitare la regolazione dei rami, le aree velcrate, l’innovativo sistema di fissaggio intercom e idratazione. E inoltre gli addominali con lingue regolabili Pull Down e la nuova fibbia con Easy Entry.

La nuova fibbia è stata anche brevettata e deriva da quella Endurance con corpo in alluminio ricavato dal pieno, frutto della collaborazione con Audi e Porsche. La nuova Cintura LPM, grazie al citato sistema Easy Entry, permette l’inserimento facilitato delle lingue ed è dotata di espulsori capaci di velocizzare l’apertura della cintura durante il cambio pilota. Inoltre, offre numerose possibilità di personalizzazione. Come tutte le cinture prodotte da Sabelt, infatti, può essere dotata di rami di diversa lunghezza, di lingue superleggere in titanio e di diversi fissaggi alternativi già adottati sulla versione Endurance.

Ultima modifica: 6 novembre 2018