Oli Lubrificanti, arriva la nuova soluzione di packaging Mobil Boxx | VIDEO

462 0
462 0

La ExxonMobil introduce anche in Italia Mobil Boxx, la soluzione di packaging innovativa per gli oli lubrificanti Mobil 1 e Mobil Super.

Le parole di Alessandro Rota, Passenger Vehicles Lubrificant Installed East Europe Manager di ExxonMobil.

Siamo davvero felici di annunciare il lancio in Italia del nuovo packaging Mobil Boxx. Una soluzione ideata per andare incontro alle esigenze del nostro network di Authorized Mobil Distributors e basata su un’attenta valutazione delle necessità dei clienti. Questa soluzione dimostra il nostro costante impegno per sostenere l’innovazione e la sostenibilità del business”.

Il lubrificante Mobil è conservato all’interno di un resistente contenitore di plastica, contenuto in una scatola di cartone. Il rubinetto di cui è dotata, consente una più efficace erogazione dell’olio, riducendo il rischio di fuoriuscite indesiderate e migliorando la sicurezza nei luoghi di lavoro. 

La scatola è realizzata in robusto cartone ondulato che protegge in maniera ottimale il contenitore. Grazie al suo pratico formato da 20 litri, Mobil Boxx permette di conservare ed utilizzare l’olio lubrificante in maniera efficace anche nelle officine più piccole. 

L’imballo è molto più facile da sistemare in officina rispetto ai tradizionali contenitori. Oltre alla praticità di gestione, Mobil Boxx risulta essere molto facile da smaltire: è sufficiente rimuovere il contenitore di olio vuoto e smaltirlo nella busta apposita per lo smaltimento del lubrificante. Quando l’olio finisce, il cartone e il sacchetto possono essere agevolmente smontati e appiattiti, rendendone le pratiche di smaltimento più efficienti. 

La flessibilità del Mobil Boxx consente una capacità di stoccaggio più semplice perché permette di conservare diversi prodotti in meno spazio e in modo più sicuro. Inoltre, grazie alla confezione sigillata, riduce le potenziali contaminazioni e, grazie all’apposito rubinetto, migliora l’impiego dell’olio in officina perché non rende necessario l’utilizzo di pompe. La conseguente riduzione di possibili sversamenti contribuisce in modo significativo a ridurre la probabilità di incidenti.

 

 

Ultima modifica: 6 maggio 2019

In questo articolo