Vivavoce auto: come collegare lo smartphone

3136 0
3136 0

Usare lo smartphone mentre si guida è una tentazione ormai diffusa, per comunicare con amici e familiari o per scrivere e-mail e messaggi, restando sempre connessi. È però un comportamento dannoso sia per chi lo adotta, che si distrae facilmente, sia per chi gli sta intorno, che potrebbe ritrovarsi appunto danneggiato. Ecco perché bisognerebbe usare il vivavoce per le comunicazioni importanti mentre si guida.

Usare il cellulare mentre si guida: sanzioni

Se pensate che parlare al telefono mentre si è alla guida sia possibile e che le sanzioni previste siano in realtà eccessive, sappiate che è allo studio del legislatore un provvedimento che potrebbe inasprire i provvedimenti sanzionatori, come la riduzione dei punti fino alla sospensione della patente. Usare lo smartphone mentre si guida può costare dai 160 ai 646 euro e il “taglio” di 5 punti. Se nei due anni successivi alla prima contestazione si viene “pizzicati” di nuovo, la patente può essere sospesa fino a 3 mesi. Il Governo punta invece al ritiro immediato e al sequestro dell’auto, oltre che a un raddoppio della sanzione pecuniaria massima, anche sulla scorta degli ultimi gravi incidenti stradali dovuti proprio all’utilizzo improprio dello smartphone, che da device multifunzione, è diventato per certi versi insostituibile nella nostra quotidianità.

Rimedi per usare lo smartphone

Spendendo pochi euro o, per chi vuole, qualche centinaio di euro, è possibile continuare a utilizzare diverse funzioni senza incorrere in pesanti conseguenze. La prima funzione di un cellulare è appunto il telefono, ma anche gli smartphone più economici prevedono la riproduzione di brani musicali, un sistema gps per il navigatore e altri software che “parlano” e interagiscono con noi. Per sfruttare al meglio e in piena tranquillità queste funzioni basta dotarsi di un sistema bluetooth, che i veicoli più recenti prevedono di serie e lo integrano ad altre funzioni di computer di bordo. Ma per chi ha un’auto datata, o non possiede un impianto stereo, è possibile comunque risolvere la lacuna senza svenarsi.

La soluzione migliore per quest’ultimo caso, è quella di fare uso del Bluetooth AUX: vi è l’ingresso AUX IN che permette di collegare lo stereo dell’auto al proprio smartphone. In alternativa, c’è la possibilità del trasmettitore FM, che comunica con l’impianto stereo e tramite il quale viene aggiunto alla macchina un ricevitore Bluetooth.

Queste sono i modi migliori e più semplici per collegare lo smartphone alla propria auto, in modo da viaggiare con maggiore sicurezza e tranquillità. Bastano pochi euro per comprare questi accessori: fatelo, non ve ne pentirete.

 

Ultima modifica: 24 agosto 2018