Le vittorie più belle di Valentino Rossi

345 0
345 0

In una carriera lunga, fortunata e di successo come quella di Valentino Rossi c’è solo l’imbarazzo della scelta per decidere quale sia stata la sua vittoria più bella, o quella di maggior prestigio.

Tutto comincia sulla pista di Bruno a bordo di una 125: è il 1996

Tanto vale allora cominciare dalla prima: siamo nel 1996, Valentino Rossi è uno sfrontato rookie di Tavullia che viaggia con il papà Graziano, ex pilota anche lui, e che non sembra avere paura di niente: corre in 125 con l’Aprilia ed è il cocco di Carlo Pernat che lo scopre su alcune piste di provincia e lo definisce immediatamente un predestinato.

Sulla pista di Bruno, dopo qualche gara in evidenza, Valentino Rossi si presenta al mondo sverniciando il veterano Martinez e arrivando al traguardo. Alto com’è, fa quasi fatica a stare sulla piccola 125: ma di fatto è proprio lì che comincia il mito suo e del #46 che resterà tale e non cambierà mai nemmeno dopo molti anni di distanza. Una curiosità: quando vide il figlio tagliare il traguardo, papà Graziano non ha saputo trattenere l’emozione, erano quattro ore che non andava in bagno e fu costretto a fare pipì dietro un albero per via della tensione. Fermato dalla polizia venne scortato fino ai box e perdonato con un sorriso dagli agenti. “Scusate – disse Graziano – ma non ce la facevo davvero più”.

Quanti duelli di Valentino Rossi con Stoner, Lorenzo, Biaggi, Gibernau

Di successi ne arriveranno molti altri in un rapporto di uno a tre, una vittoria o ogni tre gare nonostante anche qualche rovinoso incidente. Una delle piste preferite del “dottore” è quella di Laguna Seca, nel 2008 – all’epoca del suo grande duello con Cosey Stoner – Rossi infila giù dal Cavatappi uno dei sorpassi più belli e coraggiosi della sua vita lasciando basito lo stesso australiano che a fine gara potrà solo fargli i suoi complimenti.

L’anno dopo, in Spagna, sul Circuito De Catalunya, il duello è con Lorenzo, collega con cui Valentino ha sempre avuto rapporti complicati anche quando i due erano nella stessa scuderia. Ultima curva dell’ultimo giro: Lorenzo si allarga per proteggere l’angolo più logico ma Valentino Rossi lo infila dall’altro. L’immagine dello spagnolo che si guarda alle spalle mentre Rossi lo brucia sull’altro lato è da antologia.

Altro rapporto complicato fu quello con Max Biaggi, campione con cui Rossi non ha mai avuto buoni rapporti. A Suzuka nel 2001, dopo diverse punzecchiature su stampa e tv, i due sono spalla a spalla al punto che si parla di una gomitata di Biaggi ai danni di un Rossi troppo vicino. Il dottore lo passa immediatamente dopo il contatto e qualcuno vede anche un dito medio, fatto mai confermato dai due. Per Valentino Rossi è la prima vittoria in 500 con la Honda. Nella classe regina il primo successo era invece arrivato l’anno prima a Donington rimontando a una a una tutte le posizioni dalla quattordicesima in su. Un capolavoro, secondo forse solo alla vittoria di Jerez del 2005 arrivata al termine di un incredibile duello con Gibernau che dura dalla prima curva all’ultima staccata dalla quale Rossi esce vincente con un sorpasso mozzafiato sullo spagnolo che gli aveva tagliato la strada.

Ultima modifica: 8 luglio 2019