Visita oculistica per la patente: quando gli occhiali sono obbligatori

1484 0
1484 0

Prima di guidare è di fondamentale importanza accertarsi che la vista sia ottimale e, nel caso in cui si debbano indossare gli occhiali, bisogna fare dei controlli periodici prima del rinnovo della patente: in particolare, quindi, fino ai 50 anni di età bisogna farli ogni 10 anni, poi ogni 5 e ogni anno dopo i 65 anni. Vediamo quando gli occhiali sono obbligatori alla guida.

Quando fare la visita oculistica

Tenere sotto controllo lo stato della propria vista è di fondamentale importanza quando si guida. I check vengono fatti al momento del rinnovo della patente, ma, andando avanti con gli anni, è opportuno farli con una frequenza maggiore.

Attraverso la visita oculistica, la vista viene controlla in profondità, in particolare si vanno a monitorare il daltonismo, l’acuità e la visione al crepuscolo: questo esame ha l’obiettivo di andare ad accertarsi che la persona sia in grado di guidare senza costituire un pericolo per se stesso e per gli altri.

Chi deve guidare con gli occhiali può utilizzare anche le lenti a contatto: la legge 285 del 1992 utilizza i termini occhiali e lenti a contatto come sinonimi e, nel caso in cui si venisse fermati da un agente e non si stessero indossando gli occhiali, la legge prevede l’obbligo di verifica della presenza di lenti a contatto.

La legge stabilisce che, chi ha una vista binoculare, deve avere almeno 7/10 per poter utilizzare occhiali o lenti a contatto; mentre, chi ha una vista monoculare, nell’occhio in questione deve avere una vista di almeno 8/10.

L’utilizzo degli occhiali da vista alla guida è obbligatorio quando viene segnalato sulla patente di guida e sul certificato medico, sul quale vengono attestate anche le qualità psico-fisiche del guidatore.

Durante la visita oculistica viene stabilito se sia necessario l’utilizzo di occhiali o lenti: perché non scatti l’obbligo, bisogna avere almeno 10/10 complessivi e meno di 2/10 mancanti nell’occhio che vede meno.

L’articolo 173 del Codice della Strada stabilisce l’obbligo di indossare gli occhiali per quei soggetti a cui, in sede di rilascio e rinnovo della patente, sia stato prescritto di portarli.

Le sanzioni

Chiunque abbia scritto sulla patente che deve guidare con gli occhiali, è obbligato ad utilizzarli, perché, in caso di controllo, l’agente è tenuto a controllare. Il terzo comma dell’articolo 173 del CdS stabilisce che chi viola la legge, può incorrere in una sanzione amministrativa, che corrisponde al pagamento di una somma che oscilla tra gli 83 e i 333 euro.

Inoltre, si rischia anche la decurtazione di 5 punti dalla patente e l’agente potrebbe invitare il conducente a non continuare a guidare, proseguendo il tragitto con mezzi alternativi.

Infine, nel caso in cui un guidatore con obbligo di occhiali alla guida stesse guidando senza occhiali e provocasse un incidente, la sua assicurazione potrebbe decidere di non coprire i danni provocati alla vittima del sinistro stradale.

Ultima modifica: 28 marzo 2022