Viaggio in auto a Pasquetta, come evitare il traffico

478 0
478 0

Pasqua e Pasquetta sono in arrivo e voi avete una gran voglia di mettervi in macchina. Però non avete nessuna voglia di ritrovarvi imbottigliati nel traffico del cosiddetto “ponte di primavera”.

Qui di seguito vi offriamo alcuni consigli per evitare una simile eventualità, per quanto possibile.

Consultate il vostro smartphone

Una mossa intelligente, per evitare gli imbottigliamenti, è naturalmente quella di servirsi di una della tante app sul traffico che sono disponibili per gli smartphone. Una ottima, per esempio, è Waze, che tra le altre sue utilità ci dà consigli anche sugli orari migliori per scampare alle code tipiche degli esodi festivo-vacanzieri.

Questa app, che tra l’altro si vale anche del feedback di una vasta community, durante il nostro viaggio in auto ci offre numerose informazioni, soprattutto con riguardo alle grandi città come Roma, Milano, Genova, Torino.

Ecco alcuni dati

Nel 2018 i dati raccolti da Waze per Pasquetta hanno mostrato picchi significativi di traffico nella capitale, a Milano e a Napoli.

Sempre tenendo d’occhio i dati dell’anno scorso, a Roma le giornate di traffico peggiore sono state Pasqua, Pasquetta, il giorno della Liberazione (25 aprile), il Primo Maggio. L’app ha segnalato code imponenti sia a Pasqua che al Lunedì dell’Angelo.

Se avete voglia di un viaggio in auto in quei giorni, la mattina è altamente sconsigliata. A Roma l’intervallo peggiore è tra le 10 e le 11 a Pasqua, e tra le nove e le undici a Pasquetta. Per il 25 aprile la fascia oraria più critica è tra le 9 e le 10, mentre per il Primo Maggio è tra le dieci e le undici.

Naturalmente si tratta di dati dell’anno scorso, quindi non è detto che si possano rivelare sicuri al cento per cento anche nel 2019.

Per quanto riguarda la metropoli lombarda, Waze ci dice che a Pasqua la punta massima di traffico l’anno scorso si è registrata tra le 10 e le 11, mentre a Pasquetta il picco si è avuto dalle nove alle dieci. Il 25 Aprile, sempre a Milano, l’intervallo più pesante di traffico si è avuto anch’esso tra le 9 e le 10.

Napoli, dal canto suo, si attesta generalmente al terzo posto per volume di traffico nei festivi, dopo Roma e Milano. Nel capoluogo partenopeo gli orari da evitare l’anno scorso sono stati tra le 13 e le 14 a Pasqua e tra le 10 e le 11 a Pasquetta.

Quanto a Torino, meglio evitare tra le 10 e le 11 a Pasqua e tra le nove e le dieci a Pasquetta.

 

Ultima modifica: 16 aprile 2019