Viaggiare in moto in sicurezza

1219 0
1219 0

Andare in moto è un’esperienza entusiasmante, caratterizzata da una forte adrenalina che si prova mentre si sta guidando. La moto è, quindi, un mezzo di trasporto molto divertente, tuttavia è di fondamentale importanza che il viaggio avvenga in totale sicurezza. Bisogna adottare tutte le precauzioni necessarie, prestare attenzione ai possibili pericoli della strada, all’abbigliamento adatto e alle verifiche sul mezzo di trasporto. Vediamo in seguito quali comportamenti seguire quando si guida una moto.

Prima di partire: gli accorgimenti da adottare

Prima di partire per un viaggio in moto, bisogna fare un check up completo del veicolo presso un meccanico, che provvederà ad un controllo generale, prestando attenzione alle condizioni delle gomme, dei freni e delle parti più sensibili all’usura.

Successivamente, bisogna procedere con un controllo di quello che si deve portare con sé, tenendo a mente che in moto bisogna viaggiare leggeri. Prima di mettersi alla guida è fondamentale indossare una tuta con le giuste protezioni, le quali si rivelano molto utili nel caso di una caduta.

In moto è obbligatorio il casco e bisogna verificare innanzitutto che sia omologato, conforme alla normativa vigente e che non abbia preso colpi, ma sia in ottime condizioni. Un’altra importante protezione è quella della schiena: proteggerla è fondamentale per prevenire i danni causati da possibili cadute.

Viaggiare in due: come evitare i rischi

Andare in moto da soli è un’esperienza indimenticabile e all’insegna dell’adrenalina, ma può anche capitare che si decida di andare in due. In questo caso non bisogna prestare attenzione solo a se stessi, ma anche a chi è seduto dietro.

Guidare con un passeggero timoroso o che non ha la giusta esperienza richiede un approccio alla guida progressivo, in quanto una reazione improvvisa di paura del passeggero potrebbe portare alla caduta e bisogna evitare situazioni che generino ansia e angoscia.

Una soluzione può essere quella di abituare il passeggero alla guida del conducente, cercando di tranquillizzarlo e ascoltandolo. È fondamentale stabilire un codice di comunicazione, ad esempio una pacca sulla spalla può significare che il guidatore debba rallentare, mentre due pacche sulla spalla che debba fermarsi.

Un’altra cosa da analizzare è la pressione degli pneumatici della moto che, quando si va in due, deve essere regolata secondo le indicazioni riportate sul manuale d’uso: gli esperti consigliano di mantenere una pressione più alta di 0,2 bar. L’uso del freno posteriore nella guida moto in due è molto utile, in quanto permette di stabilizzare la moto e di non caricare eccessivamente la ruota anteriore durante la frenata.

Viaggiare sicuri

Indipendentemente dal fatto che si stia viaggiando da soli o in compagnia, occorre sempre tenere a mente quali siano le accortezze da adottare, prestando attenzione a diversi aspetti, quali:

  • condizioni climatiche: la guida e l’abbigliamento devono sempre essere adeguati alle condizioni meteo. Bisogna ricordare che gli pneumatici sull’asfalto non rispondono allo stesso modo se piove o se fa caldo;
  • sicurezza stradale: quando si guida un veicolo bisogna prestare sempre attenzione alla segnaletica stradale e al corretto utilizzo delle luci, specialmente di notte;
  • attrezzatura: può essere utile portare un piccolo zaino o un marsupio che contenga documenti, telefono e altri oggetti indispensabili;
  • itinerario del viaggio: prepararsi per tempo l’itinerario del viaggio è fondamentale, perché consente di pianificare l’orario in cui partire, le soste che bisogna effettuare e il bagaglio da portare con sé.

Un viaggio in moto può rivelarsi un’esperienza indimenticabile, all’insegna del divertimento e dell’avventura, tuttavia la gioia del viaggio non deve mai essere considerata prioritaria rispetto alla necessità di poterlo fare in totale sicurezza.

Ultima modifica: 12 febbraio 2022