Vacanze in auto: dove andare e cosa vedere per il ponte del 1 novembre

598 0
598 0

Sabato 2 novembre e domenica 3 è il ponte dei Morti. Tradizionalmente le gente ne approfitta, tempo permettendo, per una bella gita fuori porta. Voi che amate le vacanze in auto volete unire l’utile al dilettevole, e cioè andare in posti che valga la pena di visitare sia dal lato guida che dal lato puramente turistico-ambientale, però al momento non avete ancora le idee chiare su dove puntare il muso della vostra amata vettura.

Qui di seguito vi suggeriamo alcune mete che forse fanno al caso vostro.

Vacanze in auto: mete da scoprire

Un’idea può essere l’Umbria, il “cuore verde dell’Italia”. Fine ottobre e inizio novembre è tempo di olio nuovo e l’Umbria è piena di manifestazioni in onore della spremitura delle olive.

Una tappa da vistare può essere ad esempio la tredicesima edizione di Festival-Trevi tra olio, arte, musica e papille, che il Comune di Trevi allestisce per l’appunto dal primo al 3 novembre. La kermesse si inserisce tra l’altro nell’iniziativa Frantoi aperti, che anima di nuova vita i bellissimi borghi umbri nel periodo dal 26 ottobre all’otto dicembre.

Per voi che adorate le vacanze in auto, si tratta di una splendida occasione per andare alla scoperta del borgo antico di Trevi e dei suoi magnifici dintorni. Nella campagna circostante c’è molto da vedere, in effetti: per esempio Montefalco, Bevagna, Spello e Vallo di Nera. Se siete anche appassionati di arte, non perdetevi gli affreschi del Pinturicchio e quelli di Benozzo Gozzoli.

Un’altra idea per le vostre vacanze in auto può essere anche la Campania: perché non fare un giro dalle parti di Paestum? Il suo museo archeologico è di tutto rispetto, anche se inspiegabilmente poco considerato. E dato che vi trovate nella Campania Felix, perché non puntare sul Cilento, che anche a novembre regala temperature gradevoli e panorami da togliere il fiato? Se proprio volete indicazioni più specifiche, possiamo citare Punta Licosa, l’antica Velia, oppure l’oasi WWF di Morigerati.

Se poi vi trovate a capitare dall’altra parte del Mar Tirreno, in Sardegna, qui le tappe per delle vacanze in auto memorabili si sprecano. Un’idea può essere una bella visita dalle parti di Mamoiada e Desulo, in cui per tutto il weekend (dal venerdì alla domenica) è di scena Autunno in Barbagia, consolidata manifestazione che ormai da molti anni si svolge in tutta la Sardegna tra settembre e novembre.

Tra gastronomia e cultura

Cambio di scena e di clima. Si torna nell’Italia continentale: stavolta la meta è l’Emilia Romagna, terra ospitale e sanguigna che al turista appassionato di vacanze in auto può offrire praticamente di tutto. Se siete pure patiti di sci, per esempio, potete fare un salto a Modena, dove dal 31 ottobre al 3 novembre si tiene Skipass, ovvero il Salone del turismo e degli sport invernali. L’occasione è ottima per informarvi a dovere sulle piste da sci e tutte le novità della prossima stagione sulle nevi dell’Appennino emiliano.

Dopodiché, visto che si parla di vacanze in auto, è pressoché ineludibile una puntata dalle parti di Maranello, che per un patito di automobili è come andare in pellegrinaggio.

Senza perdere di vista la buona tavola, però, perché in questi paraggi si possono pure visitare le cantine di lambrusco e le acetaie di Spilamberto.

Puntando un bel po’ più a Sud, un’idea buona per il ponte dei Morti può essere la Puglia. Nella regione della Daunia il primo novembre si svolge il festival Fucacoste, dove si può ammirare la suggestiva processione degli incappucciati e delle zucche intagliate, una tradizione che risale addirittura al Duecento. Al tocco delle campane la cittadina, Orsara di Puglia, si accende di mille falò e lanterne: lo spettacolo è semplicemente strepitoso.

Anche qui, non è che ci si possa limitare a una visita di Orsara, perché è tutto il circondario a valere la pena di un’esplorazione più approfondita. Siamo dalle parti del Gargano, le attrazioni naturali, artistiche, storiche e paesaggistiche, non mancano di certo.

Torino, arte e le Langhe

Puntando di nuovo a Nord, un’altra tappa interessante per il ponte dei Morti può essere Torino. Dal primo a 3 novembre nella città sabauda è di scena Artissima, che quest’anno tocca il suo ventiseiesimo anniversario. Si tratta di una rassegna riconosciuta a livello internazionale in cui si dà modo alle giovani leve dell’arte di farsi apprezzare e conoscere da un pubblico ampio e competente. Si tratta dell’unica grande manifestazione in Italia dedicata esclusivamente all’arte contemporanea.

Sempre a Torino, dal 31 ottobre al 3 novembre, un’altra manifestazione interessante è Flashback – L’arte è tutta Contemporanea. Se siete patiti di arte in tutte le sue declinazioni, anche questa è una tappa da non perdere.

Se avete toccato Torino, perché non allargare lo sguardo e puntare su Alba? La grande Fiera internazionale del tartufo bianco è una delle manifestazioni più importanti che si svolgano in Piemonte.

Va in scena tra ottobre e novembre e vale senz’altro la pena. Un rilassato giro novembrino tra Langhe e Monferrato regala suggestioni impagabili. E poi c’è il tartufo, che da solo vale il viaggio.

Domenica 3 novembre: musei aperti e gratuiti

Fin qui abbiamo indicato alcune tappe che è bello toccare nelle vostre vacanze per i loro pregi eno-gastronomici, naturalistici, artistici e paesaggistici.

A questo punto dobbiamo ricordare che il 3 novembre in realtà tutta l’Italia può essere meta di divertenti ed emozionanti vacanze in auto: questo perché domenica 3 novembre 2019 è la prima domenica del mese e come tutte le prime domeniche del mese anche quella sarà una delle Giornate al museo in cui per iniziativa del Ministero per i Beni e le Attività culturali si può entrare gratis in tutte le strutture gestite dal Ministero medesimo.

Da Reggio Calabria a Parma, da Taranto a Napoli (pensate solo al MANN, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli), da Cagliari a Firenze.

In questa giornata, tra l’altro, è gratuito anche l’ingresso alle aree archeologiche.

Dovunque decidiate di andare, una raccomandazione: siate sempre prudenti alla guida, la vostra sicurezza e quella degli altri non hanno prezzo. Per il resto, non possiamo che auguravi un ponte dei Morti memorabile, o per lo meno sereno e divertente.

 

Ultima modifica: 31 ottobre 2019