Tute antipioggia per usare la moto in città

571 0
571 0

Le due ruote sono ormai diventate l’unico mezzo per muoversi in città senza problemi. Per questo motivo, anche se d’inverno le temperature sono molto rigide, si preferiscono scooter, moto e motorini per spostarsi velocemente e agilmente da una parte all’altra dei centri abitati, soprattutto nelle grandi città, dove i tempi di attesa nel traffico sono davvero interminabili. Con i giusti accorgimenti per l’abbigliamento, si possono superare e sopportare freddo, vento e intemperie. Di seguito alcuni suggerimenti per tute antipioggia e altri indispensabili indumenti ed accessori.

In città con moto e scooter

Lo scooter come mezzo offre una protezione imbattibile. Ed infatti, lo scudo dietro cui si possono nascondere gambe e piedi è davvero un grande aiuto contro le intemperie, il vento e il freddo e consente di vestirsi più leggeri senza patire il gelo. Anche le moto da turismo hanno questa protezione, con la carena. Sugli scooter poi, si possono montare i parabrezza, sempre per proteggersi dal freddo.

Indumenti ed accessori contro la pioggia

Se si gira su un mezzo a due ruote in inverno, non è male l’idea di indossare i copri stivali da pioggia sopra una scarpa normale, sicuramente potranno isolare un po’ dall’aria gelida. Di fondamentale importanza sono le calze: se si sale in moto o in scooter in inverno, sono molto caldi i calzettoni di pile.  Come indumenti antipioggia, per le gambe si sconsiglia di utilizzare un pantalone tecnico, perché risulterà ingombrante e sarà impossibile infilarci sotto un pantalone normale. Sarà bene quindi indossare la parte inferiore della tuta antipioggia. A tal riguardo, è opportuno scegliere una tuta antipioggia a due pezzi, che risulterà più pratica.

Tuta antipioggia e scarpe

Se la tuta antipioggia è imbottita, ancora meglio. Contro le intemperie, meglio indossare sempre copri scarpe e tuta antipioggia impermeabile, poiché proteggono dall’aria fredda e dalla pioggia quando si viaggia in moto, motorino o scooter. Questi indumenti possono essere riposti nel vano sottosella o nel bauletto. In mancanza, si può usare uno zainetto. La tuta antipioggia è particolarmente utile in caso di pioggia battente o di temporale.

Se si decide di acquistare una tuta antipioggia è sicuramente più pratica quella con due pezzi. Per muoversi ben riparati in città, c’è un’unica soluzione, anche piuttosto costosa (dai duecento euro in su): una super giacca con membrana impermeabile (gore-tex o simili), con corpetto interno imbottito e collo alto. È consigliata una misura abbondante di questo tipo di giacca, perché va indossata sopra a dei normali indumenti. Il taglio deve essere di tipo tre quarti, in modo da non lasciar svolazzare la giacca e scoprire la schiena. Se la tuta e la giacca sono scure, si eviteranno viaggi settimanali in lavanderia. È importante controllare che il giaccone non abbia molti velcri, che poi s’incrociano creando inutili ingombri. Importante è il collo alto e imbottito e da non dimenticare i polsini: devono essere a soffietto, in modo da poter infilare i guanti sotto.

Altri capi caldi da indossare

Si può integrare la protezione con un gilet trapuntato, da usare sotto allo stesso giaccone invernale o alla tuta antipioggia. I giacconi invernali da indossare quando si va in moto o in motorino devono infatti essere rigorosamente impermeabili. C’è solo il problema dello sgocciolamento: le giacche in tessuto tipo Cordura o simili, quindi di materiale non plastico, possono infatti assorbire decine di litri d’acqua. Per proteggere le mani, vanno indossati degli specifici guanti da moto. Il guanto, non è solo una protezione dal freddo ma anche una protezione per le mani in caso di una scivolata che in inverno con l’asfalto freddo e bagnato è molto probabile e ricorrente. Sono d’obbligo quindi un paio di guantoni invernali, rigorosamente da moto.

Ultimamente grazie alla tecnologia dei tessuti, si sono ottenuti grandi risultati per renderli il più morbidi e anatomici possibile. Questi tipi di guanti devono essere piuttosto lunghi, in modo da poterli infilare sotto i polsi della giacca della tuta antipioggia. Per quanto impermeabili, moderni e caldissimi, i guanti da moto però si bagnano. La soluzione a questo problema si chiama paramani (detti anche moffole) da applicare al manubrio. I paramani sono imbattibili per la protezione che assicurano e sono anche impermeabili, in quanto si riesce a infilarvi non solo il guanto, ma anche parte dell’avambraccio. I guanti invernali che si andranno ad indossare saranno così meno ingombranti consentendo una maggiore sensibilità ai comandi. E’ preferibile integrare il tutto con le manopole riscaldate elettricamente, per rimanere ben al caldo.

Il casco

Bisogna infine occuparsi della protezione della testa: se in inverno si gira in città con moto, motorino o scooter, l’ideale è indossare un casco. Non è necessario o indispensabile un caso integrale, andrà bene anche un demi jet con la visiera lunga fino al mento. In questo tipo di casco, il fatto che vi sia un’apertura inferiore, evita l’appannamento della visiera. Con l‘integrale il fenomeno dell’appannamento esiste, ma si può rimediare acquistando delle apposite visierine supplementari.

Infine, sotto il casco, qualunque tipo si sia scelto di indossare, si può pensare di infilare un paio di grossi occhiali trasparenti, per intendersi quelli da dentista che si trovano nei negozi di abbigliamento anti infortunistico. Risulta molto protettivo anche un bel sotto casco, soprattutto se si indossa un casco non integrale. Il sotto casco sarà utile per stare al caldo nei momenti di guida a visiera alzata e ne esistono anche di tipo impermeabile. Sono preferibili i modelli “lunghi”, che si infilano bene nel collo della giacca. In alternativa si può usare un casco integrale, proteggendo il collo con un apposito bavaglino, detto appunto scaldacollo.

Conclusioni

Con i capi di abbigliamento sopra descritti e con gli accorgimenti suggeriti, sarà quindi possibile vestirsi come si desidera, poiché sopra al normale abbigliamento si potrà infilare una tuta antipioggia, preferibilmente due pezzi e impermeabile e tutti gli altri accessori per mani (guanti e moffole), piedi (calze in pile e stivali) e testa (casco, sotto casco). Per essere impeccabili come motociclisti da città bisogna quindi utilizzare il giusto abbigliamento per proteggersi d’inverno da freddo, pioggia, vento e varie intemperie.

Ultima modifica: 5 gennaio 2021