Turbocompressore: cosa è e a che cosa serve

191 0
191 0

Il turbocompressore è una componente del motore della quale non si sente parlare da molti anni: i primi luoghi comuni, e cioè che sarebbero stati adatti solo a propulsori di grandi dimensioni come quelli delle navi o magari dei camion autoarticolati, sono stati rapidamente spazzati via dall’applicazione di questo genere di motori che è diventata assolutamente enorme.

Turbocompressore, come funziona

La funzione del turbocompressore è semplicemente quello di aumentare il volume di aria all’interno dei cilindri: più aria significa più potenza nel processo di esplosione. La turbina e il compressore funzionano in strettissima relazione tra loro: la turbina si attiva con i gas di scarico caldi che di fatto autoalimentano il suo moto il compressore invece si aziona quando l’aria viene risucchiata all’interno del sistema per essere compresso. L’aria ovviamente non basta: perché il turbocompressore funzioni nel modo migliore serve una miscela di aria e di carburante, più combustibile viene immesso più alta sarà la resa del propulsore ma anche il suo consumo.

Caratteristiche di un turbocompressore di qualità

La funzione del turbocompressore è assolutamente consolidata sia con i motori a gasolio che con quelli a benzina e, con il passare degli anni, sono arrivate tutta una serie di innovazioni tecnologiche di grande importanza che hanno portato questo genere di propulsori a rendere di più consumare di meno e inquinare il giusto. Il common rail per esempio è stata una delle innovazioni più importante per i turbo a gasolio ma fondamentalmente sia a gasolio che a benzina il turbocompressore offre alcuni dati fondamentali che sono sempre validi.

A basso regime, l’aria da mettere nel circolo è poca, il motore rende poco; ma nel lungo periodo il turbo offre risultati assolutamente brillanti. Il massimo lo si ottiene a motore ben caldo e a regimi medio alti: è lì che la turbina svolge al meglio la sua funzione. Guai però a sovralimentare un motore che è già sovralimentato per definizione: le valvole wastegate, che eliminano i gas in eccesso, e la pop-off, che si apre quando c’è troppa pressione nel circuito in fase di accelerazione, garantiscono al turbocompressore quell’equilibrio che è sempre necessario per avere un motore funzionale e potente che non corra rischi che possono diventare cari di fronte a un meccanico.

Ultima modifica: 5 settembre 2019