Top Gear: Track Tor un trattore da 140Km/h

417 0
417 0

L’ennesimo primato arriva dalla trasmissione televisiva Top Gear. Questa volta è stato stabilito con un veicolo a prima vista inatteso: un trattore. Il solito misterioso pilota The Stig ha polverizzato il record precedente, raggiungendo i 140 km/h.

Un motore Chevrolet su un trattore

Per entrare nel Guinnes dei primati c’è voluto un Track Tor modificato ed equipaggiato con un motore Chevrolet V8 da 500 CV. Il risultato estetico non è stato un granché, ma l’obiettivo della dimostrazione è stato pienamente raggiunto. Il video dell’impresa, mandato in onda dalla popolare rubrica Top Gear della BBC, è facilmente reperibile in rete. Si vede benissimo il Track Tor, l’esatta velocità raggiunta, espressa in miglia orarie (87,2 mph) e la consegna del diploma del Guinnes dei primati. Il record precedente era stato ottenuto in Finlandia, quando nel 2015 erano stati sfiorati i 130  km/h. Insomma, un veicolo del genere potrebbe tranquillamente viaggiare in corsia di sorpasso, se non fosse che, almeno in Italia, il Codice della Strada impone a tutti i trattori, quindi anche a quello di Top Gear, una velocità massima di 40 Km/h.

Gli ingegneri di Top Gear

Solo il team di Top Gear poteva trasformare un mezzo agricolo in un veicolo da corsa! Ecco la dimostrazione che tutto ciò che ha un motore, persino un trattore, è adatto alle gare su pista. A prima vista il Track Tor sembra abbastanza normale, eccezion fatta per quell’enorme alettone posteriore che, visto il colore giallo-arancione di tutto il mezzo, quasi si confonde nell’insieme. Anche i fari gli conferiscono un aspetto più sportivo e sotto la carrozzeria si possono solo immaginare le modifiche più importanti. Il motore, infatti, eroga ben 500 CV. Un abile pilota può quindi ottenere spettacolari impennate sulle due ruote posteriori.

Il successo di Top Gear

Si stima che gli spettatori del programma Top Gear negli anni siano stati oltre 350 milioni. Lo stile simpatico dei conduttori che si sono succeduti alla guida della trasmissione non basterebbe a spiegarne il successo. Protagonista indiscusso della trasmissione è anche The Stig, il pilota che collauda i mezzi in pista. Il fatto che la sua identità resti sconosciuta e ch’egli non parli mai, aggiunge ulteriore mistero. Pare si tratti di un pilota professionista il cui compito non si limita a testare i vari modelli realizzati, ma anche ad allenare i personaggi famosi che sono via via ospiti del programma. La pista da gara di Top Gear è stata realizzata grazie all’apporto della Lotus all’interno di una ex base dell’aviazione britannica.

 

 

 

Ultima modifica: 13 giugno 2018