Tesla: cosa sapere prima di acquistare

432 0
432 0

Tesla è un’azienda che ha come core business la produzione di autoveicoli elettrici, pannelli fotovoltaici e sistemi per la conservazione dell’energia. Guidata dal carismatico amministratore delegato Elon Musk, l’obiettivo di Tesla è portare l’auto elettrica al mercato di massa.

Auto Tesla, vantaggi

Le auto Tesla sono macchine interamente elettriche, questo significa che posseggono queste caratteristiche essenziali:

  • Motore Tesla: non hanno né motore termico né serbatoio per la benzina o il gasolio; impiegano in esclusiva energia elettrica prelevata dalla rete; montano delle batterie che di solito erogano una potenza tra i 15 e i 30 kilowatt/ora (il che in termini di autonomia vuol dire che possono percorrere tra i cento e centocinquanta chilometri tra una carica e l’altra, ma con gli ultimi modelli questo limite si sta ampliando verso i 400 chilometri); le batterie si possono ricaricare o presso stazioni di ricarica pubbliche o in casa propria: nelle due ipotesi i tempi necessari sono differenti, perché si può andare dai trenta minuti delle colonnine pubbliche alle 12 ore della ricarica privata.
  • Prezzi di acquisto: un’altra cosa importante che occorre sapere se desiderate comprare una Tesla è che i prezzi di acquisto non sono ancora al livello di quelli delle auto a combustione interna. Per queste ultime, per lo meno per quelle di fascia medio-bassa, è possibile spendere cifre sull’ordine dei venti o trentamila euro, mentre per una Tesla ne occorrono un po’ più di 50mila.
  • Computer di bordo: un’altra cosa da sapere, se vi interessa acquistare un’automobile Tesla, è che il computer di bordo può darvi davvero un grande aiuto nell’impostare le migliori condizioni di percorrenza: quando ci si accinge a un lungo viaggio, per esempio, è possibile impostare la destinazione e anche tutte le soste di ricarica tenendo conto dei cosiddetti “Supercharger Tesla” collocati lungo il tragitto.
    Fissata la meta finale, il computer di bordo vi offre una previsione di consumo, indicando la quantità di carica della batteria all’arrivo. Si tratta di una stima che tiene conto della velocità massima prevista per quel percorso e dell’eventuale uso del climatizzatore.
  • Frenata automatica: un altro elemento importante di cui tenere conto se vi accingete all’acquisto è che alcuni modelli Tesla dispongono di un sistema di frenatura di emergenza: la frenata automatica d’emergenza mette in azione i freni quando la telecamera frontale e il sensore radar prevedono un impatto imminente. La frenata automatica naturalmente si può annullare premendo sull’acceleratore, ma è confortante sapere che la vostra Tesla è in grado di porre rimedio da sola a vostre eventuali disattenzioni

Tesla, un prodotto di nicchia?

Al momento però è innegabile che le Tesla siano ancora un prodotto di nicchia, ambito dalle élite affluenti e acculturate, ma abbastanza ignorato da chi ancora non se le può permettere. Naturalmente c’è anche da considerare la disponibilità di colonnine pubbliche per la ricarica. In questo campo c’è ancora un gap abbastanza sensibile tra noi e i Paesi del Nord Europa, il che potrebbe frenare la diffusione sia delle Tesla che delle auto elettriche in generale.

Naturalmente la speranza (e la scommessa imprenditoriale di Elon Musk) è che anche con le auto elettriche si ripeta quanto è accaduto per le auto convenzionali, e cioè che la produzione di massa porti a sostanziose economie di scala e quindi a una diminuzione tangibile dei prezzi.

 

Ultima modifica: 6 agosto 2019