Tergicristalli auto: come effettuare la manutenzione

191 0
191 0

Quando non funzionano bene è un vero disastro, perché compromettono in maniera pesante la visibilità di chi guida, con conseguenti ricadute negativa in tema di sicurezza del viaggio. I tergicristalli, per essere davvero efficienti, devono essere sempre in ottimo stato. Altrimenti lasciano aloni fastidiosi e rischiano di rigare il parabrezza. Vediamo che cosa fare per mantenere i tergicristalli auto nelle migliori condizioni.

Manutenzione in poche mosse

Per fare durare il più a lungo possibile i tergicristalli, la prima cosa da fare è cercare di tenere le spazzole morbide. Se si induriscono, i danni sono facilmente immaginabili. Per tenere le spazzole morbide, basta idratarle: c’è chi consiglia di usare una soluzione acqua-aceto, ma anche la sola acqua va benissimo.

Un’altra cosa da fare è tenere il parabrezza pulito, eliminando lo sporco grossolano – per esempio le foglie – manualmente, senza azionare il tergicristalli. In inverno, è bene porre attenzione anche alle lastre di ghiaccio: inutile far andare i tergicristalli, si rischia solo di comprometterne la funzionalità. In ogni caso, bisogna essere consapevoli della vita limitata dei tergicristalli: anche se ben curati, prima o poi tocca sostituiti.

Tergicristalli: quando sostituirli

I segnali di quando le spazzole non sono più recuperabili sono abbastanza eloquenti. Quando per i tergicristalli è giunto il momento di andare in pensione, lo si capisce subito dal parabrezza, che se piove e se si attivano i tergicristalli malmessi, diventa il peggior incubo per chi sta guidando: non si vede niente, il vetro risulta sporco, segnato e opaco. Poter viaggiare in sicurezza vedendo la strada, diventa pressoché impossibile. Spesso, ad accompagnare la dipartita dei tergicristalli, alla situazione appena descritta si affiancano rumori inquietanti, da film horror. E’ il tergicristallo che oramai esausto fa attrito con il vetro del parabrezza, peraltro rischiando di segnarlo irreversibilmente.

Quando la situazione è questa – ma sarebbe meglio agire prima – la strada da percorrere è una soltanto: bisogna cambiare i tergicristalli. Nulla di difficile e di particolarmente oneroso: per la stragrande maggioranza dei veicoli circolanti si trovano tergicristalli sul web – con il servizio e-commerce arrivano comodamente a casa – ma anche presso supermercati e negozi specializzati. C’è anche chi si recherà in concessionaria o presso l’officina autorizzata: ma di sicuro si spenderà qualche cosa in più. Se non si ha molta dimestichezza, meglio però farsi aiutare nella sostituzione, anche se l’operazione in molti casi è assai banale.

Ultima modifica: 25 gennaio 2019