Subwoofer auto: le differenze tra attivo e passivo

42779 0
42779 0

Capire le differenze tra subwoofer attivo e passivo permette un acquisto più consapevole del prodotto.

Iniziamo subito col dire che esistono delle differenze nette tra subwoofer attivo e passivo. La prima è nella composizione della struttura dei due elementi. Il subwoofer attivo o amplificato è dotato di un amplificatore interno. Al contrario, il subwoofer passivo riceve l’alimentazione da un amplificatore esterno.

La seconda differenza sta nella potenza e nella versatilità del prodotto. Chi sceglie un subwoofer attivo acquista un prodotto già finito, con delle limitazioni imposte già in fase di produzione. I subwoofer passivi,invece, sono degli altoparlanti a cui necessita l’amplificatore. Per cui le possibilità di personalizzazione in termini di potenza e versatilità sono infinite.

La terza ed ultima differenza è il prezzo. Anche qui la possibilità di personalizzare il subwoofer fa la differenza: infatti il prezzo del subwoofer passivo può essere molto più basso di quello attivo.

Subwoofer auto attivo

Il subwoofer auto attivo o amplificato presenta un amplificatore interno incorporato, ottimizzato per la potenza e le dimensioni dell’altoparlante. E’ quindi un sistema preimpostato che non richiede altri tipi di interventi. Sfrutta solo due terzi della potenza e, in genere, è ospitato da una cassa chiusa. I subwoofer attivi offrono un ottimo rapporto qualità prezzo e una configurazione automatica che dà ottimi risultati anche per un ascolto prolungato. Tuttavia, il prezzo di vendita è superiore ad altri sistemi.

Il subwoofer auto attivo è un ottimo prodotto per chi non ha tempo e competenze, nel progettare e realizzare un subwoofer auto passivo.

Subwoofer auto passivo

Come già accennato, i subwoofer passivi sono dei semplici altoparlanti che devono essere abbinati a un amplificatore esterno. Chi sceglie questo tipo di subwoofer desidera un impianto più potente e, in generale, una personalizzazione massima che non è possibile con altri sistemi. Per avere un buon risultato finale è comunque necessario avere una certa confidenza con i principi basilari di fisica ed elettronica.

Grazie al subwoofer passivo auto, si può configurare la riproduzione del suono in base alle proprie preferenze ed esigenze. Per questo, nessun sistema sarà uguale ad un altro. La possibilità di personalizzazione rende il prezzo del subwoofer passivo molto più contenuto rispetto al subwoofer attivo.

Gli altoparlanti che si possono associare al subwoofer passivo per auto possono essere di vari tipo. Tra i più venduti ci sono gli altoparlanti bass face. Grazie alla loro funzione è possibile avere un maggior controllo del suono.

Ultima modifica: 21 aprile 2017